Cronaca Nera Cronaca Nera Cronaca Nera

CASERTA. Corruzione, arrestato il notissimo commercialista Franco Canzano

Ammanettato all'uscita di un ristorante di Genova, dopo che al direttore della locale agenzia delle entrate era stata consegnata una mazzetta per un favore alla Securpol. Manette anche al candidato di Fi alle ultime elezioni regionali...


CASERTA - E' accusato di corruzione Francesco Canzano, noto commercialista 65enne di Caserta, titolare di un studio. Insieme ad altri due consulenti della Sercurpol, Luigi Pelella, 58 anni, avvocato con un passato da funzionario proprio all’Agenzia delle Entrate, esponente di Forza Italia già candidato alle elezioni regionali in Campania nel 2015 e Massimo Alfano, commercialista di Napoli, è stato arrestato all'uscita del ristorante Manuelina di Recco, dove si erano dati appuntamento per il pranzo con Walter Pardini, originario di Lucca e direttore provinciale dell’Agenzia delle entrate di Genova, la città in cui la Securpol ha improvvisamente spostato la sede, dopo che il Fisco ha contestato all'azienda 20 milioni di euro di debito a seguito di un accertamento fiscale, e dove intende negoziare una generosa riduzione di quel debito. Al termine del pranzo, il funzionario della Agenzia delle Entrate, riceve una busta bianca, con all'interno 7.500 euro in contanti, che fa sparire velocemente in tasca. Il tutto viene filmato ed osservato da alcuni uomini della Guardia di Finanza seduti ad un tavolo accanto e per Pardini & co. scatta l'arresto in flagranza di reato. All’incontro era presente anche il commercialista genovese Stefano Quaglia, indagato per concorso in corruzione. red. cro.