Cronaca Bianca

CASERTA. Ubaldo Caprio compra 4 appartamenti da Nino Crispino e ora vuole i soldi anche da Casertace

Ci ha convocato per la conciliazione. Abbiamo già cominciato a martellare i nostri salvadanai


CASERTA - Stiamo organizzando una colletta e il sottoscritto ha chiamato tutti i perenti al proprio capezzale per recuperare i soldi che il signor Ubaldo Caprio vorrebbe da Casertace, se abbiamo capito bene dall'invito alla conciliazione che ci ha inviamo alcuni giorni fa. D'altronde Ubaldo Caprio è uno che merita di essere risarcito, in quanto ingiustamente citato da Casertace, per cose normalissime e che non dovrebbero cagionare il fastidio del biasimo giornalistico. D'altronde, cosa c'è di strano e perchè mai diventa argomento oggetto di trattazione giornalistica, per l'appunto, il fatto che un imprenditore in poco tempo si aggiudichi la gestione del Global Service del verde, del Global Service della manutenzione stradale, che si aggiudichi poi due o tre super gare del Piu Europa. Mea Culpa, Mea Culpa, giusto che Guarino risarcisca Caprio, che però una cosa da Guarino non potrà mai ottenere: la vendita e la svendita della sua libertà, bene indisponibile, inalienabile e non oggetto di transazione. Detto questo, ci rendiamo anche conto che occorre dare una mano ad un imprenditore che sta facendo corposi investimenti e che ha comprato, recentemente, dall'ex presidente dell'Unione Industriali, Nino Crispino, 4 appartamenti di fresco costruiti in piazza Marconi, a Caserta, slargo che costeggia via Napoli. Storia interessante. Ce ne occuperemo. Gianluigi Guarino