Cronaca Nera

ESCLUSIVA MARCIANISE. Antenna Vodafone spunta in via Santella. Rivolta dei residenti. Impianto sequestrato

Il sequestro è stato disposto pochi minuti fa dagli agenti della Polizia Municipale


MARCIANISE - Il presidio dei residenti del rione Santella, inscenato questa mattina per protestare contro l'installazione di una stazione radio Vodafone in via Camillo Golgi, ha colto nel segno: è di pochi minuti fa la notizia del sequestro, da parte della polizia municipale, del terreno privato, sul quale, poco meno di una settimana fa, è stata posta l'antenna per la telefonia mobile. Ma andiamo con ordine. La stazione Vodafone di cui sopra, costituita da un'antenna ricetrasmittente su traliccio, è stata montata 5 giorni fa su un piccolo appezzamento di terra di proprietà di un privato, espletando regolarmente tutte le procedure del caso. I residenti delle abitazioni attigue, preoccupati per l'effetto dannoso sulla loro salute delle onde elettromagnetiche propagate dall'impianto, hanno sin da subito esternato il proprio disappunto, organizzando una raccolta di firme (circa 50) che è finita dritta dritta sulle scrivanie del sindaco De Angelis, dell'Asl, del commissariato di Polizia di Stato di Marcianise e del comando cittadino dei Vigili Urbani. Questa mattina, non avendo ricevuto alcuna risposta, se non quella degli stessi Vigili, i quali, data la regolarità dell'installazione, non hanno potuto metterci mano, il gruppo dei protestanti, striscioni in spalla, è sceso in strada per farsi sentire e attirare l'attenzione dei passanti che, numerosi, si sono fermati a chiedere spiegazioni, dichiarandosi solidali, concordi e disponibili a perorare anch'essi la causa, nella salvaguardia della salute dell'intera città. Pochi minuti fa, inaspettatamente, è arrivato il sequestro dell'area. Vi terremo aggiornati.         sequestro     Maria Concetta Varletta