Cronaca Nera

LA FOTO. MARCIANISE ha pianto ai funerali di don Iaderosa. Fiato sospeso per i 4 ragazzi ricoverati in ospedale

La comunità parrocchiale e l'intera città di Marcianise si sono strette intorno alle famiglie dei ragazzi, partiti insieme al parroco alla volta di Isernia per partecipare ad un incontro di ministranti presso il santuario di Castelpetroso


MARCIANISE - Si svolgeranno questa mattina i funerali di don Gaetano Iaderosa, il parroco di San Simeone tragicamente morto in un incidente stradale nel pomeriggio di lunedì, al ritorno da un pellegrinaggio a Castelpetroso. Il rito sarà concelebrato dal vescovo Spinillo presso la chiesa dell'Annunziata, verso la quale il corteo funebre si muoverà alle 10,30 dalla stessa parrocchia di San Simeone Profeta, dove è stata allestita la camera ardente. Intanto, tutta la comunità parrocchiale è in apprensione per le sorti dei quattro giovanissimi che viaggiavano in auto con don Gaetano, urgentemente ricoverati dopo lo schianto.   Incidente-don-Gaetano   Tre di loro sono assistiti presso l'ospedale "Cardarelli" di Campobasso. L'unica ragazza del gruppo, la 14enne C.C., che viaggiava al fianco di don Gaetano, dunque sul sedile anteriore dell'automobile, ha subito un delicato intervento per ricomporre le fratture agli arti riportate e ridurre l'ematoma cerebrale. Pur non essendo in pericolo di vita, la sua prognosi, come quella degli altri due, i fratelli M.S. e D.S., interessati da diverse fratture agli arti, rimane riservata. La quarta vittima, il 16enne R.T., è invece ricoverato presso il reparto di terapia intensiva del "Neuromed" di Pozzilli, sempre in Molise. Le sue condizioni sono le più preoccupanti: trauma facciale e vertebrale, con probabili lesioni cerebrali. Al momento si trova in stato comatoso. I marcianisani, in centinaia, hanno espresso la loro solidarietà alle famiglie e indirizzato le loro preghiere alla guarigione dei quattro giovani. Ieri sera, inoltre, in segno di rispetto per quanto accaduto a don Gaetano Iaderosa e per le condizioni dei quattro ragazzi coinvolti nel sinistro, il sindaco De Angelis, di concerto con il presidente della Pro Loco Marthianisi ha disposto la sospensione della manifestazione carnevalesca  organizzata nell'androne comunale.