Politica

MARCIANISE. Resa dei conti sui dirigenti del Comune. Fratelli d'Italia chiede la rotazione delle deleghe

Era nell'aria da tempo e ora il partito di Gerardo Trombetta, che può contare su tre consiglieri comunali, all'indomani delle polemiche su concorsi e assunzioni, è uscito allo scoperto. IN CALCE ALLA NOSTRA BREVE PREMESSA, IL TESTO INTEGRALE DEL DOCUMENT


MARCIANISE - Era nell'aria da tempo e l'aria era quella di una resa dei conti sul vero nervo scoperto di questa amministrazione, ma, soprattutto, della maggioranza che la sostiene: il ruolo, i poteri, anzi, i superpoteri di alcuni dirigenti e il loro eccessivo radicamento in ben precise aree di governo. Fratelli d'Italia, nel suo comunicato, che pubblichiamo qui in calce, nomi non ne fa, ma ad uno come Fulvio Tartaglione sicuramente fischieranno le orecchie. Le richieste: creare due nuove aree autonome, Ambiente e Suap, con due dirigenti ad esse apprestati. Ma la richiesta destinata a far rumore e a creare nuove fibrillazioni in maggioranza è quella di una totale rotazione degli uomini che muovono gli ingranaggi della macchina amministrativa in modo che le aree dirigenti che occupano ora non diventino un feudo. Nel documento di Fratelli d'Italia ci sono anche altre cose interessanti, che potrete leggere qui in basso.   G.G.   Di seguito, il testo integrale del comunicato stampa dei Fratelli d'Italia marcianisani: 

 

  Il Gruppo Fratelli d’Italia: Premesso che: uno dei cardini del programma elettorale condiviso dalle forze politiche dell'attuale maggioranza di governo cittadino è rappresentato dalla necessità di riorganizzare e rivitalizzare la macchina amministrativa; Constatato che: a circa un anno dall'insediamento di questo esecutivo nulla o quasi è stato realizzato ancor meno tentato di fare in tal senso assistendo passivamente ad ulteriore appesantimento dell'apparato burocratico che oggi è del tutto inefficiente e non al passo con i tempi; fatta eccezione per sporadici esempi di professionalità, buona volontà e/o abnegazione;  

PROPONE

 
  1. L'implementazione dei settori dirigenziali comunali, configurandone oltre i 6 già esistenti altri due e precisamente SUAP (7) e Ambiente(8); A tal uopo, procedere con urgenza all'approvazione delle relative delibere di giunta propedeutiche all'approvazione del prossimo Bilancio entro e non altre il 30-04-2014
  2. Rinnovare, come Leggi impongono, il Nucleo di Valutazione attualmente in prorogatio operazione preliminare e necessaria alla realizzazione di quanto richiesto;
  3. Dare impulso alla esternalizzazione dei servizi primari (es. Tributi, Asilo Nido, Strutture Sportive, Cimitero, Fiera Settimanale, Ufficio Legale, Biblioteca…) al fine di migliorarne la  qualità, economizzare la spesa, rimpinguare il personale dipendente presso gli uffici comunali utilizzando la forza lavoro nei settori cronicamente carenti nonché in quelli di nuova istituzione;
  4. In ossequio alle leggi vigenti in tema di lotta alla corruzione; procedere ad una rotazione sistematica e periodica delle figure dirigenziali dei vari settori gestionali, rispettandone professionalità e competenze, funzioni e trattamento economico, e contestualmente renderne più trasparente ed efficiente l'azione
  quanto sopra quale contributo fattivo al miglioramento della funzionalità della macchina Amministrativa al fine di perseguire il principale obiettivo politico: il bene comune.