Cronaca Nera

TUTTE LE FOTO. ESCLUSIVA CASAL DI PRINCIPE. Jeep dell'esercito speronata sull'asse mediano. 3 feriti gravi, due sono militari

Stavano tornando da Mondragone per l’operazione denominata “Strade Sicure”. Fratture alle gambe per il conducente della Punto


CASAL DI PRINCIPE  -  Pessimo esordio per l’operazione denominata “Strade Sicure”. Nella notte una Jeep Defender dell’Esercito con a bordo tre militari appartenenti alla Brigata Garibaldi è stata violentemente impattata mentre stava percorrendo l’ asse mediano, all’altezza di Casal di Principe. L'incidente si è verificato all'1.30 di questa notte, quella tra domenica e lunedì, nel mentre l’automezzo militare con a bordo tre soldati, intenti nel pattugliamento notturno della strada, spesso teatro di incidenti dalle conseguenze anche tragiche, proprio in supporto all’operazione per la sicurezza sulle strade, è stato incidentato. La Jeep era proveniente da Mondragone per fare ritorno a Caserta. Giunti all'altezza dello svincolo per Casale, i tre soldati sono stati speronati in maniera violentissima da una Fiat Punto guidata da un uomo di circa trentacinque anni, proveniente dalla zona di Napoli, la cui auto si è scontrata frontalmente con la jeep. L’urto è stato talmente violento che nonostante l'automezzo dell'esercito fosse robusto e di grandi dimensioni, è stato sbalzato e nel contempo ha fatto due giri su se stesso, nemmeno si trattasse di una macchina di piccola cilindrata. Due dei militari hanno riportato serie ferite, ma le conseguenze più gravi le ha subite il conducente della Punto, che ha riportato serie lesioni alle gambe. Il motore della sua auto è infatti letteralmente penetrato nell’abitacolo. Sul posto è intervenuta la radiomobile dei carabinieri di Casal di Principe e in ausilio la volante del posto fisso di Casapesenna. Il giovane conducente, pur sconvolto e dolorante per l’impatto, ha disperatamente dichiarato di non essersi accorto dell’automezzo militare a causa dell’oscurità. Gli agenti hanno comunque rilevato che la Punto stava viaggiando a velocità piuttosto elevata, avendo, al momento dell’impatto, la quinta marcia ancora inserita. Tutti i feriti sono stati immediatamente trasferiti al pronto soccorso della clinica Pineta Grande.