Sport

LEGA PRO, le altre. AVERSA sconfitto anche a Cosenza

Tre grandi goal decidono la partita del 'San Vito'. Ad esultare sono i calabresi che festeggiano nel migliore dei modi il centenario. Vince anche il Teramo che agguanta la Casertana in testa alla classifica


Cosenza-AVERSA NORMANNA 2-1 COSENZA (4-3-3): Frattali; Palazzi, Blondett, Guidi, Mannini; Asante, Criaco (72' Giordano), Corsi; Mosciaro (78' Calderini), De Angelis, Alessandro. A disp. Orlandi, Pepe, Carrieri, Partipilo, Chinellato. All.. Cappellacci AVERSA NORMANNA (4-4-2): Russo, Gennari, Nocerino (71' Djibo), Porcaro, Balzano; Comini,Gatto, Suarino (85' Villanova), Galizia (46' Di Vicino); Orlando, Vicentin. A disp. D'Agostino, De Rosa, Jogan, Majella. All.. Di Costanzo ARBITRO: Panarese di Lecce RETI: 12' Criaco, 26' Orlando e 34' Mannini NOTE: Calci d'angolo 9-5 per l'Aversa Normanna. Ammoniti Djibo e Gennari (AN), Asante e Mosciaro (CO); Recupero 3' pt e 4' st. Spettatori 15mila circa Non basta un gran goal di Orlando, l'Aversa Normanna esce sconfitta dal 'San Vito' di Cosenza e vede la sua classifica complicarsi di molto. Tante le novità di mister Di Costanzo, la prima in porta: Russo rileva D'Agostino. Prevete non ce la fa e così Nocerino va al centro con Gennari a destra. In attacco, come previsto, non c'è Di Vicino (entrerà ad inizio ripresa) al fianco di Orlando ma, invece che Jogan, Di Costanzo sceglie Vicentin. Nel Cosenza, l'unica novità rispetto a quanto previsto, è il terzino destro: Palazzi. Nel primo tempo, oltre alle reti spettacolari, succede ben poco. L'Aversa parte meglio e spera di fare il colpaccio davanti ai tanti tifosi calabresi giunti per festeggiare il centenario. Al 5' Comini converge al centro e calcia: palla di poco a lato. Ma al primo tentativo i padroni di casa passano: è il 12' quando Alessandro crossa dalla destra per Criaco che al volo mette la palla nel sette della porta difesa da Russo. Al 26' il pareggio con un altro eurogoal: torre di Vicentin su azione di fallo laterale ed Orlando in rovesciata batte Frattali. Al 34' locali di nuovo in vantaggio. De Angelis avanza palla al piede ed entrato in area di rigore allarga su Mannini che batte ancora Russo. L'Aversa non si arrende e prova ad impensierire la difesa cosentina. In pieno recupero i lupi sfiorano anche il tris con De Angelis che su calcio di punizione dalla distanza sfiora il palo. Il secondo tempo non è all'altezza del primo. I normanni provano ad attaccare ma la retroguardia calabrese, pur concedendo un gran numero di calci d'angolo, fa buona guardia e raramente Frattali viene impensierito. Anzi, al 70' sono i lupi ad andare vicini al terzo goal: Criaco crossa per De Angelis che da corta distanza calcia su Russo. All'84' ci prova Giordano da fuori area ma la palla finisce a lato non di molto. Finisce così 2-1. Chieti-Teramo 1-2  Il Teramo espugna il campo del Chieti e si porta in testa alla classifica in coabitazione con la Casertana. Il Teramo si dimostra una grande squadra e la partita è decisa già nel primo tempo. Al 14' è Scipioni a portare in vantaggio gli ospiti, che raddoppiano al 41' con Di Paolantonio. Nella ripresa il Chieti, invece di abbattersi, reagisce ed  accorcia le distanze al 50' con Rossi ma nel prosieguo del tempo pur producendo un grande sforzo non riesce a trovare la rete del pareggio, che pur avrebbe meritato, prima con Cinque e poi con Guidone. Gavorrano-Martina 0-3 Con un perentorio 3-0 il Martina regola agevolmente il Gavorrano e si rilancia nella corsa all'ottava posizione. Vittoria meritata per i biancoazzurri, che sprecano tanto nella prima frazione e, dopo aver colpito nella ripresa, controllano poi con tranquillità e concentrazione. Al 51' il vantaggio del Martina: Ilari crossa dalla destra per la testa di Montalto che realizza con la complicità del palo. Al 56' il raddoppio: Ilari al centro trova Arcidiacono che batte ancora l’estremo difensore locale. Al 66' padroni di casa in 10 per l'espulsione di Mazzanti per fallo di reazione su Arcidiacono. Lo stesso Arcidiacono al 77' chiude i conti in contropiede servito da Guadalupi. Nel finale traversa del Gavorrano con Zizzari. Ischia-Foggia 1-0 L'Ischia supera il Foggia grazie ad una rete al 75' di Armeno. Una rete veramente pregevole quella dell'esterno isolano che convergeva da destra e dal limite dell'area metteva la palla all'angolo della porta di Nargiso. Prima partita molto nervosa con le espulsioni prima di Loiacono per gli ospiti al 38' (fallo su Di Maio) e poi di capitan Mattera per i locali al 70'. Nel recupero il Foggia colpisce una traversa con Colombaretti. Melfi-Aprilia 2-1 Dopo tre sconfitte tra le mura amiche il Melfi torna alla vittoria davanti al proprio pubblico. Padroni di casa in vantaggio al 23? con Cruz. Al 50' momentaneo pareggio degli ospiti con Cafiero. Il Melfi però non si arrende enel finale trova la rete della vittoria con Tortori. Poggibonsi-Messina 1-2 Il Messina passa a Poggibonsi, dopo una prima parte di gara giocata con grande determinazione dai padroni di casa. Al 4' Costa Ferreira riceve palla in area e mette in mezzo un pallone sul quale interviene Scampini che tocca la sfera con il braccio destro. Penalty per i messinesi e Corona trafigge Anedda. Nel recupero Scardina supera in velocità Pepe ed entra in area: il difensore messinese lo stende il centravanti giallorosso e rimedia, oltre al rigore contro, anche l'espulsione. Ferri Marini1. Al 68' i siciliani passano: corner battuto da Bucolo e stacco vincente di Bernardo. Nei minuti conclusivi padroni di casa in nove uomini per la doppia espulsione di Ferri Marini Arzanese-Sorrento 0-1 L’Arzanese cade nel derby contro il Sorrento al termine di una gara nervosa e poco spettacolare. Il Sorrento ha capitalizzato al massimo l’unica occasione creata, grazie a Maiorino su calcio di punizione al 19’. Redazione sportiva