Sport

JUVECASERTA. Coach Molin:"Hannah ha creato imbarazzo alla società". Caso Duhon, ora si chiede il risarcimento

Molti spunti interessanti durante la conferenza stampa di oggi, venerdì. Grande concentrazione per le prossime due partite con Roma e Avellino Interessanti dichiarazioni di coac


Molti spunti interessanti durante la conferenza stampa di oggi, venerdì. Grande concentrazione per le prossime due partite con Roma e Avellino Interessanti dichiarazioni di coach Molin nella consueta conferenza stampa settimanale presso la sala Giovanni Maggiò del CONI. L'allenatore dei bianconeri non ha nascosto la difficoltà avuta dal gruppo ad estraniarsi da tutte le voci che nell'ultima settimana hanno circondato la squadra. Ha rimarcato però che i giocatori si sono allenati sempre bene, mantenendo alta la concentrazione durante tutte le sedute di lavoro in palestra. Importante precisazione sulla questione Stefhon Hannah in relazione all'arrivo, oramai sfumato definitivamente, di Chris Duhon. Molin ha affermato:" Hannah è stato tagliato, su mia proposta e con il benestare di Atripaldi e della società, molto prima della trattativa con Duhon, già dopo la gara a Milano ma poi per varie ragioni è rimasto in squadra fino alla partita con Reggio Emilia. Siamo stati molto vicini a Duhon, però inopportunamente la sua agenzia ha fatto trapelare l'accordo quasi raggiunto. Non c'è nessun legame tra l'ipotetico arrivo di Duhon ed il taglio di Hannah, poichè, come già detto, Stefhon era stato tagliato già tempo fa. I motivi che hanno portato al suo allontanamento sono prettamente comportamentali poichè la misura era colma a causa di comportamenti che imbarazzavano il club. Ciò di cui sono contento è che sabato la squadra, nel momento in cui ho tenuto Hannah in panchina per tutto il secondo tempo, ha dimostrato carattere portando a casa una bellissima vittoria, anche senza di lui." Naturalmente il tema caldo della conferenza era la questione Duhon, e a tal proposito il Gm Marco Atripaldi ha inviato una dichiarazione all'addetto stampa della Juvecaserta, Carlo Carli, che l'ha letta in accordo con il coach. La dichiarazione diceva:" Nei giorni scorsi abbiamo inviato al giocatore, attraverso la sua agenzia, una lettera formale di invito a rispettare il contratto firmato. Non avendo ricevuto alcuna risposta ne da lui ne dalla sua agenzia, abbiamo affidato al nostro legale la pratica per valutare l'esistenza degli estremi per la richiesta di risarcimento danni e in caso affermativo procedere in tal senso." Si profila, quindi, una battaglia legale per Iavazzi e Barbagallo che dalla loro hanno un contratto firmato, cosa non da poco. L'ultima parte della conferenza è stata di analisi delle prossime due partite, Roma in trasferta domenica prossima ed il derby fra due settimane tra le mura amiche del PalaMaggiò. Molin non ha nascosto che sente particolarmente tali partite dichiarando:" Ho avvertito che, per Caserta, gli scontri con Roma ed il derby con Avellino vanno al di la del risultato sportivo. Auspico che i ragazzi possano vivere queste partite con l'orgoglio di rappresentare tutti i tifosi casertani e che, tralasciando un attimo la posta in palio dei 2 punti, la Juvecaserta possa uscire a testa alta da entrambe le sfide. La gente capisce che puoi vincere o perdere certe partite ma, non puoi non giocarle. Il nostro lavoro è anche e soprattutto per la gente e queste sono delle partite in cui, se non giochiamo, tradiamo la gente".  Ha continuato dicendo:" Vorrei che in questi otto giorni che separano le due sfide, ci sia grande unità, lasciando da parte i se ed i ma e anzi chiedo che domani all'allenamento al palazzetto di via Medaglie d'Oro, alle 15.30, vengano in molti, proprio per far sentire questa vicinanza alla squadra". Analizzando tecnicamente la partita contro Roma, Molin si è focalizzato sui problemi che anche gli avversari hanno in cabina di regia e sulla possibilità di utilizzare di nuovo la soluzione Brooks-Scott:" Anche Roma sta ridisegnando la squadra nello spot di play dopo il taglio di Jordan Taylor, forzando Goss da regista, con D'Ercole come cambio. A guardar i nomi non dovrebbe esserci partita, però nello sport non sempre i nomi o i più forti vincono. Naturalmente se penso a Tommasini contro Baron o Goss, resto anche io un momento titubante pensando a dove era lui, o lo stesso Vitali, fino a poco tempo fa. Sono comunque sicuro che Claudio, ma tutti, faranno un salto di qualità a livello di atteggiamento e di responsabilità da prendersi. Potrò casomai riproporre, nuovamente, il quintetto con Brooks accoppiato con Scott. Proprio Scott  è migliorato molto da inizio anno e ha acquisito capacità che prima solo Brooks metteva sul campo, come quella di fare un passaggio più illuminante o comunque di essere sempre pericoloso, non solo nel tiro da fuori. La configurazione con Brooks-Scott potrà essere utilizzata anche perchè ci ha permesso di vincere più di una partita, ultima quella di sabato scorso contro Reggio Emilia". Si prospetta quindi una partita tiratissima domenica prossima con un'atmosfera elettrica dovuta anche agli oltre 200 casertani pronti a mettersi in marcia alla conquista della Capitale.   Andrea Massimo Canzano