Cronaca Bianca

Una lunga vita da docente: intervista a Maria Bianco, preside della scuola media "Giannone" di CASERTA

CASERTA - Una lunga esperienza di docente, la Dirigente Maria Bianco è la “Preside” della Scuola Media Giannone. Sempre affabile e disponibile, ci riceve nonostante sia indaffa


CASERTA - Una lunga esperienza di docente, la Dirigente Maria Bianco è la “Preside” della Scuola Media Giannone. Sempre affabile e disponibile, ci riceve nonostante sia indaffarata: è tempo di iscrizioni e gli impegni didattici e, soprattutto, amministrativi, sono numerosissimi. Parla con passione del suo lavoro full-time , di come sia sempre indaffarata e costretta anche a tour de force, un ritmo difficile da sostenere per una donna che deve dividersi tra casa e lavoro, ma ammette di essere fortunata poichè in famiglia la comprendono, la figlia, già medico, è specializzanda in Psichiatria e il marito, il prof Francesco Caserta è stato dirigente scolastico ed ora è Direttore della Scuola di specializzazione per Mediatori Linguistici di Maddaloni e docente di Pedagogia presso l’Università di Cassino. “Vorrei fare anche di più, svolgo il mio lavoro pensando di dare ai docenti tutto il supporto che è mancato a me. L’esperienza di dirigente consente di vivere lo stesso mondo ma con competenze e responsabilità diverse. Oggi posso eleggere degli obiettivi e incentivare le attività formative in funzione di quanto condiviso con i docenti.” La Preside Bianco proviene dalla scuola media di Macerata Campania, una piccola realtà molto diversa dalla scuola in via Giannone. “Con il cambio di sede è cambiata soprattutto la lettura del territorio con le sue diverse istanze educativo-formative. In un piccolo centro, la Scuola rappresenta il luogo d’incontro e confronto tra generazioni diverse e tra le istituzioni ed è stato necessario coinvolgere le famiglie nel dialogo educativo esplicitando motivazioni e obiettivi. Nei centri cittadini, invece,l’utenza considera la Scuola come un’opportunità formativa che va ad arricchire ed integrare le scelte già operate dalle famiglie. L’offerta formativa è,dunque, necessariamente più ricca,  qui il rapporto con le famiglie si evolve nella condivisione dei  percorsi educativi e della progettualità.” Racconta della corposa offerta formativa contemplata dal POF della scuola media Giannone, illustrato nel corso dell’Open day di domenica 16 febbraio, ma le piace utilizzare una metafora per descrivere e racchiudere in poche battute l’essenza della scuola che dirige con tanto amore “ Un albero dalla cima frondosa protesa verso l’alto, simbolo di una costante crescita nell’innovazione, ma con radici robuste ben salde nella terra, ovvero forte della propria tradizione , una scuola che si identifica in un albero è viva e vitale, è Viridis Humanitas”. Una metafora bella e ricca di significato anche per me poiché mio figlio, prima di approdare al liceo Diaz e,poi, alla Nunziatella, è stato alunno di questa Scuola che rappresenta con la de Amicis, il Classico Giannone e lo scientifico Diaz un segmento importante della prestigiosa storia della Scuola a Caserta.   Stefania Modestino