Politica

S.MARIA C.V. Quasi 90 milioni di euro di residui attivi. Una vagonata di soldi che il comune non incasserà mai. Dissesto inevitabile

Quando le anticipazioni di cassa non saranno più gestibili inizierà il disastro definitivo che questa città merita per la qualità delle sue scelte di governo. La cifra è cont


Quando le anticipazioni di cassa non saranno più gestibili inizierà il disastro definitivo che questa città merita per la qualità delle sue scelte di governo. La cifra è contenuta in un comunicato stampa che pubblichiamo in calce, firmato dai due consiglieri comunali di Forza Italia, Dino Capitelli e Federico Simoncelli S.MARIA C.V - Dino Capitelli ha l'ambizione, tutto sommato legittima, di diventare sindaco di S.Maria C.V., o quantomeno di concorrere alle prossime elezioni per diventarlo. Per questo motivo, accortosi dello spazio che si era creato all'interno di Forza Italia, dopo l'addio del gruppo di Salvatore Mastroianni, si è posizionato lesto nel movimento di Berlusconi e ora è diventato un consigliere comunale modello dopo gli anni in cui poco si è sentito e molto poco ha contribuito all'azione di minoranza, sopratutto nel periodo in cui il consiglio comunale e dunque la maggioranza doveva approvare in conferenza dei servizi l'ampliamento del capannone della concessionaria di famiglia in via Galatina. Comunque "chi ha avuto ha avuto chi ha dato ha dato". Ora Capitelli verga comunicati stampa in cui scrive anche delle verità piuttosto incontestabili. In questo ultimo di oggi, oltre ad attaccare duramente il club di Forza Italia, presieduto da Francesco Fabozzi e, in maniera piuttosto imbarazzante, collegato al sindaco Di Muro, che governa una maggioranza monopolizzata dal centro sinistra, oltre a questo, dicevamo, c'è un passaggio del comunicato, il quale a nostro avviso deve essere correttamente rimarcato. Si tratta di quello relativo alla citazione dell'attuale consistenza dei cosiddetti residui attivi, cioè di quella parte del bilancio comunale relativa a somme di denaro che il comune considera ancora nel proprio attivo e che dunque compensano e mettono, teoricamente, in ordine i numeri del bilancio. 89 milioni di euro. Quando ci siamo occupati anni fa dello stesso problema relativamente ai bilanci approvati scelleratamente dal comune di Caserta, avevamo facilmente preconizzato il disastro del dissesto. Sindaco Di Muro, dirigente Sorà, dite la verità alla città: quanti di questi 89 milioni di euro sono veramente esigibili, quante multe di 20 anni fa rimpinguano questo bottino evanescente e puramente virtuale, quanti oneri di concessione che ormai affondano nella notte  dei tempi ci sino in questi 89 milioni di euro? Porterete questa città al disastro esattamente come Luigi Falco e Petteruti hanno condotto Caserta al disastro. Ma, a quel tempo, forse non ci sarete nemmeno più voi nel comune, oppure se ci sarete alzerete cortine fumogene, confidando sul fatto che la gente comune di queste cose non capisce un cazzo. D'altronde, i cittadini di S.Maria C.V. che hanno votato negli ultimi 15 anni questa classe dirigente meritano di essere trattati tutti come degli... utili idioti. G.G. QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA I forzisti di S. Maria Capua Vetere stanno lavorando in maniera serrata, in merito a tantissime tematiche che riteniamo non svolte adeguatamente dall’attuale ibrida Amministrazione Di Muro – Stellato– Mattucci.  Abbiamo provveduto a richiedere, presso i competenti uffici comunali, tutta la documentazione inerente l’annosa questione della mensa scolastica e l’ingentissimo patrimonio immobiliare e mobiliare di proprietà del Comune di S. Maria C.V.  Ancora è stata presentata dal Consigliere Capogruppo di Forza Italia Gerardo Capitelli, una interrogazione urgente, in merito ai rilevantissimi residui attivi, circa 89 milioni di euro, risultati dalla gestione finanziaria dell’ultimo bilancio Consuntivo approvato. Ancora abbiamo presentato richiesta di documentazione, all’ufficio legale del Comune, per una serie di questioni inerenti l’area legale.  “Verificheremo – dichiarano Gerardo Capitelli, l’avv. Federico Simoncelli, l’Avv. Giuseppe Simeone, la Dott.essa Angela Uccella, il dottor Gaetano Crisileo e il Referente Giovanile Alessandro Maffei, con attenzione tutta la documentazione suddetta e attenderemo, inoltre,  di leggere la risposta ai nostri interrogativi sulla questione finanziaria. In merito alla “personale” soddisfazione del Presidente Fabozzi per la questione di Fratelli d’Italia e la critica alla minoranza che “non sa cogliere la presenza di un partito di centrodestra in maggioranza come una opportunità politica ed amministrativa”, rispondiamo che noi di Forza Italia siamo contrari esclusivamente a situazioni non chiare, ambigue e poltronistiche come quelle che si stanno realizzando da troppi anni a questa parte. Infine per quanto riguarda la dichiarata indipendenza del Club “Anfiteatro” di Santa Maria Capua Vetere e le recenti affermazioni del Presidente Fabozzi circa le nostre posizioni di forza di minoranza, riconfermiamo quanto detto in passato e cioè che la nostra posizione è improntata unicamente alla discussione dei reali e concreti temi che interessano la vita dei nostri cittadini e la gestione della vita amministrativa del Comune, invitando nuovamente il Presidente Fabozzi a rompere il suo assordante silenzio in merito a questi temi piuttosto che perdersi in insignificanti “sviolinate” a favore dell’Amministrazione.