Sport

BASKET. JUVECASERTA di nuovo senza play, dopo i problemi di Duhon

Ieri Atripaldi ha annunciato il complicarsi dell'operazione riguardante il regista americano, che a questo punto sembra sfumata. Il gm ha ripreso i contatti che aveva prima di ven


Ieri Atripaldi ha annunciato il complicarsi dell'operazione riguardante il regista americano, che a questo punto sembra sfumata. Il gm ha ripreso i contatti che aveva prima di venerdì Nel giro di una nottata sarebbe sfumato il sogno dei tifosi casertani di vedere Chris Duhon vestire la canotta bianconera. La causa sembra sia la gravidanza della moglie del giocatore che le impedirebbe il viaggio verso l’Italia. A dare l’annuncio di queste difficoltà è stato lo stesso gm Atripaldi, intervenuto alla trasmissione di Radio Prima Rete “Cestisticamente parlando”. “Sapevo ed avevo pure dichiarato che potevano esserci problemi, anche se non volevo mettere le mani avanti. Ci aveva spiazzato l'agente americano del giocatore annunciando, sabato, l'accordo che ci concedeva l'esclusiva europea su Duhon. Avevo immaginato potessero esserci complicazioni quando il visto tardava ad arrivare; sono infatti emersi problemi di natura familiare... Aspetteremo ancora un giorno e poi vedremo. Sinceramente vedo la situazione difficile e credo che le possibilità di vedere il giocatore a Caserta siano, al massimo, il 30%. Con Hannah il rapporto era comunque finito, per cui andremo a Roma senza il play USA, praticamente con la squadra che ha battuto Reggio”. Stamattina non ci sono ancora novità dagli Stati Uniti e quella percentuale del 30% data da Atripaldi sembra scendere sempre più man mano che passano le ore. Il rapporto con Hannah era logoro già da tempo ed un suo richiamo è escluso dalle parole di Atripaldi e dal buon senso quindi a Roma, qualsiasi siano i risvolti di mercato, la Juve affronterà una partita delicatissima senza play americano e dovrà dare per forza di cose le chiavi della cabina di regia a Claudio Tommasini che dovrà dimostrarsi più maturo della partita di andata di Reggio Emilia dove si auto eliminò con tre falli in pochi minuti. Per quanto riguarda le alternative a Duhon, Atripaldi ha affermato che: “il mercato dei play è assolutamente complicato e povero di giocatori interessanti, anche formazioni che dispongono di risorse faticano a trovare il giocatore giusto e play come Hodge e Jeter sono ancora lontani dal nostro torneo. Avevamo provato con l'inventiva ed i contatti negli USA per trovare l'uomo giusto, ma sono sorti problemi familiari che, da quel che so, sono reali. Aspetteremo fino a quando non ne troviamo uno giusto per noi! Ritornerò a lavorare sui contatti che avevo imbastito prima di venerdì scorso; comunque non abbiamo perso occasioni di mercato, considerato che non si è accasato nessuno”. Quindi i contatti sono già avviati ed i giorni persi nell’illusione Duhon non hanno chiuso delle porte al gm bianconero che proverà a tirar fuori il coniglio dal cilindro. Nelle ultime ore, secondo radiomercato, è ritornato di moda il nome di Sani Becirovic, nota ed esperta guardia con capacità di adattarsi al ruolo di playmaker, attualmente sotto contratto con Krk Novo Mesto ma che riuscirebbe facilmente a liberarsi ed, in virtù del suo passaporto italiano, consentirebbe a Molin, dopo il rientro di Moore, di non dover fare alcuna rotazione. Ovviamente siamo solo a livello di indiscrezioni di stampa ma il nome di Becirovic era saltato già fuori qualche mese fa. La cosa certa che la Juve Caserta dovrà prendere un altro giocatore che sia in grado di coprire lo spot di playmaker. Emanuele Terracciano