Cronaca Bianca

CASERTA - Successo per la conferenza “I segreti per parlare e capire il linguaggio del corpo”

L’incontro si è svolto ieri, lunedì,  nell’ambito della IV Edizione del Corso di Perfezionamento in Scienze Criminologiche e  Criminalistiche, organizzato dal Formed d


L’incontro si è svolto ieri, lunedì,  nell’ambito della IV Edizione del Corso di Perfezionamento in Scienze Criminologiche e  Criminalistiche, organizzato dal Formed di Caserta     CASERTA - Nella giornata di ieri, 17 Febbraio 2014, presso la sede del Formed - Ente di Formazione, Didattica e Cultura, in Corso Trieste 291, in Caserta, si è tenuta la Conferenza “I segreti per parlare e capire il linguaggio del corpo”, a cura del dott. Francesco Di Fant, noto esperto di “ Comunicazione non verbale, laureato in Scienze della Comunicazione; consulente e formatore per anni presso grandi aziende nazionali ed internazionali insegna e pubblica articoli sulla comunicazione non verbale e collabora con diversi programmi televisivi e radiofonici. Con la Newton Compton ha pubblicato con grande successo 101 cose da sapere sul linguaggio segreto del corpo. L’incontro, previsto nell’ambito della IV Edizione del Corso di Perfezionamento in Scienze Criminologiche e  Criminalistiche, organizzato dal Formed di Caserta, in convenzione con la Seconda Università degli Studi di Napoli – Dipartimento di Giurisprudenza, la cui direttrice è la prof.ssa Vittoria Ponzetta,  ha riscosso grande interesse nell’uditorio gremito di persone. Dopo l’intervento d’apertura dell’avv. Tiziana Barrella che ha moderato l’evento, il dott. Di  Fant, nella prima parte della sua relazione, ha parlato delle basi della comunicazione e dell’importanza delle relazioni interpersonali mentre, nella seconda, è entrato nello specifico, concentrandosi sugli aspetti fondamentali e particolari del linguaggio del corpo. Il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale è uno dei temi del momento e desta particolare attenzione negli operatori del diritto e non. Avvocati, magistrati, medici legali, psicologi e psichiatri guardano con attenzione a questa nuova metodica che, con il passare del tempo, sta diventando una vera e propria disciplina. Di recente esperti di questo specifico settore partecipano agli interrogatori, come consulenti dei pubblici ministeri, in casi di particolare rilevanza, per studiare il comportamento degli indagati e comprendere, attraverso la  gestualità degli imputati, manifesta e non manifesta, aspetti del carattere della persona sottoposta ad indagini nonché si cerca di trarre spunto per ulteriori approfondimenti investigativi. Il diritto penale contemporaneo, attraverso le sentenze della Corte di Cassazione, in materia, ha una giurisprudenza oscillante sull’ammissibilità e la utilizzabilità degli interrogatori resi in questa forma, registrati ed alla presenza di esperti di questa materia. Sarà questo uno degli argomenti che tratterà l’avv. Raffaele Gaetano Crisileo, in un suo prossimo seminario, presso il Formed, sempre nell’ambito del Corso di Perfezionamento in Scienze Criminologiche e  Criminalistiche, quando parlerà su alcuni casi di omicidi avvenuti, negli ultimi anni, in Terra di Lavoro, sotto l’aspetto penalistico e criminologico.