Politica

MARCIANISE, ATTIVITA' COMMERCIALI & ABUSIVISMO - Biagino Tartaglione e Pasquale Salzillo tornano sul ring e se le danno di santa ragione

Ennesimo botta e risposta tra il delegato alle Attività Produttive e il rappresentante Udc MARCIANISE - Siamo alle solite. Pasquale Salzillo e Biagio Tartaglione tornano a d


Ennesimo botta e risposta tra il delegato alle Attività Produttive e il rappresentante Udc

MARCIANISE - Siamo alle solite. Pasquale Salzillo e Biagio Tartaglione tornano a darsele, anzi, a dirsele, di santa ragione, e lo fanno, come sempre negli ultimi botta e risposta che li hanno visti protagonisti, sulle pagine dei quotidiani locali.

"Alle continuate provocazioni del consigliere comunale Pasquale Salzillo, dettate unicamente da propri ingiustificati ed inqualificabili sentimenti di odio e di gelosia - scrive l'assessore alle Attività Produttive -  secondo il quale i gruppi commerciali appartenenti alla Holding Piazza degli Svaghi Srl, sarebbero abusivi, perchè le loro sedi costruite dopo la scadenza dell'accordo di programma con l'I.S.E., voglio ricordare per l'ennesima volta che, quando il Comune rilasciò a maggio 2011 il permesso di costruire alla società I.S.E. i predetti fabbricati, l'assessore di riferimento era proprio lui, Pasquale Salzillo, e non io".

Tartaglione, dunque, ha rinnovato al consigliere Udc l'invito, se lo crede, di rivolgersi alla Polizia Municipale, diretto dalla comandante Guglielmina Foglia, e al dirigente del SUAPl, per avere conforto dell'azione di accertamento che il suo assessorato sta promuovendo per fornire alla cittadinanza e ai disoccupati tutta la verità.

Inutile dirlo, la risposta di Salzillo non si è fatta attendere che qualche ora: "Sono pronto anche domani ad un confronto pubblico con l’assessore "ai proclami" o "capisco tutto io" o "chi mi contraddice è  comico” " - scrive in una nota arrivata fresca fresca al nostro indirizzo.

"E’ vero che sono in politica da oltre un decennio, ma la mia storia politica è nota a tutti per la mia breve esperienza da assessore. Parlano gli atti non i proclami: "faremo lo stadio", "faremo cooperative per i disoccupati", "avremo finanziamenti", "combatteremo il commercio abusivo", "faremo un nuovo palazzetto dello sport"...ad oggi nessun atto concreto è pervenuto, si conoscono solo riunioni nel suo studio privato per trattare chissà cosa, e lo invito a denunciarmi, così renderò noti fatti e circostanze".

"La mia è un’azione politica che il delegato del sindaco, non essendo in grado di contrastarla con i fatti, giudica azione di odio e gelosia; lo ritengo patetico, come quando afferma che certi personaggi stanno in politica per distruggere: gli propongo di guardare e confrontare la storia personale di questi personaggi e la sua.

E’ patetico soprattutto quando afferma che il sottoscritto era assessore al SUAP al momento della edificazione dei centri commerciali abusivi, gli spiegherò che sono stato assessore dal 4 settembre 2010 al 20 ottobre 2011, i centri commerciali abusivi, che l’assessore si ostina a proteggere, hanno comunicato la fine dei lavori e l’inizio attività ad aprile 2012. Ebbene in quel periodo era sì assessore alle attività produttive un Salzillo, ma mi dispiace per il delegato del sindaco attuale, era l’architetto Dante Salzillo".

Magari avremo un confronto pubblico, gli spiegherò che la mia è una richiesta semplice semplice - conclude Salzillo - Voglio sapere se i “centri commerciali” Mayson du Monde, Centro Convenienza, Happy Casa, Oviesse, ed altri, sono abusivi come io ritengo o sono perfettamente in regola ai fini urbanistici e commerciale, come ha verificato e dichiarato il delegato ai proclami ed  al fumo. Chiedo troppo?"