Sport

PALLAVOLO. La CORPORA sfiora l'impresa

Contro la corazzata San Casciano, Gricignano è eroica e cede solo al tie break, conquistando un punto importante in chiave salvezza. Ora sosta, si riprende il 2 marzo a Rovigo


Contro la corazzata San Casciano, Gricignano è eroica e cede solo al tie break, conquistando un punto importante in chiave salvezza. Ora sosta, si riprende il 2 marzo a Rovigo Solo al tie break la corazzata San Casciano batte la Corpora ed espugna il PalaPuca. Merito di una Gricignano eroica ed in gran spolvero, che così strappa un punto importante per la classifica: ora Sala Consilina è più lontana (2 punti) ma vede ridursi il distacco da Crovegli, ultima a -3, Ma alla fine del ciclo terribile può andare bene anche così. Dopo la sosta in programma domenica si ricomincia il 2 marzo in casa di Rovigo. La partita di ieri è stata sul filo dell’equilibrio e quindi bellissima, agonisticamente e tatticamente, con le ragazze di coach Della Volpe che hanno alzato bandiera bianca solo dopo due ore e meza di battaglia ed in cui finalmente i tifosi hanno potuto vedere all’opera Nicola Senkova, nonostante sia partita dalla panchina. Nel sestetto di partenza c’è invece Giuliodori, in coppia al centro con Repice, con Drozina e Karalyus sulla diagonale palleggiatrice-opposta e Gabbiadini e Pascucci schiacciatrici mentre Carrara è il libero. Il primo set inizia all’insegno dell’equilibrio fin quando Gricignano, con Karalyus e Pascucci, piazza un 5-0 che porta al 10-4. Controbreak ospite e parità a quota 12, prima dell’allungo di San Casciano sul 15-13. Nuova parità a quota 16 e si torna al punto a punto, quando entra Senkova. La Corpora spreca il primo set point sul 24-23 ma non spreca quello sul 25-24 grazie a Repice ed è 1-0. Anche il secondo set parte sul filo dell’equilibrio, nonostante un break di San Casciano che allunga sull’8-5: Karalyus e Pascucci rimediano per l’8-8; comincia un’altalena con San Casciano che avanza sul 12-10 e che viene raggiunta a quota 12. Vantaggio di Drozina e compagne sul 14-12 prima di un micidiale 8-0 ospite, con Lotti grande protagonista, antipasto del 25-20 finale: 1-1. Nel terzo set la Corpora parte bene (4-1) ed occorre molto tempo a San Casciano per ricucire a quota 8 prima di allungare sul 18-11, grazie alle battute di Koleva. Le ospiti amministrano fino al 24-17 quando c’è un incredibile ritorno delle padroni di casa che, con Giuliodori al servizio, arrivano al 24 pari. E’ punto a punto fino al decimo set point, chiuso da un muro di Lotti per il 28-26 ospite: 1-2. Chi però pensa che Gricignano molli commette un errore e così, sul 5-5, arriva un 8-4 che porta le locali avanti. San Casciano risale fino al 15-13 per le locali ma Drozina e compagne conservano i due punti di vantaggio fino al 24-22 quando Senkova manda tutte al tie break. Sulle ali dell’entusiasmo, Senkova e Karalyus portano la Corpora avanti 6-3 ma Villani ristabilisce l’equilibrio sul 7 pari. Quando per la prima volta le ospiti passano in vantaggio, 9-8, è quella definitiva. Finisce 15-8 e 3-2 ma la Corpora di ieri merita solo applausi. Redazione sportiva Corpora Gricignano – Il Bisonte San Casciano 2-3 (26-24; 20-25; 26-28; 25-22; 8-15) Corpora Gricignano: Drozina 5, Gabbiadini 8, Giuliodori 10, Karalyus 16, Pascucci 10, Repice 13, Carrara (L), Senkova 10, Faraone, n.e.: Russo, Sannino. All. Luciano Della Volpe Il Bisonte San Casciano: Mastrodicasa 10, Lotti 24, Giovannelli 15, Pietrelli 12, Koleva 23, Vingaretti 2, Parrocchiale (L), Villani, n.e.: Bertone, Savelli, Focosi. All.: Francesca Vannini