Cronaca Bianca

ORE 12.25 ESCLUSIVA. Carmine Antropoli nuovo presidente dell'assemblea dei sindaci dell'Asl. Romano voleva De Angelis

Stamattina, lunedì, si è chiuso un altro lunghissimo e stucchevole tormentone. CASERTA - Il tentativo c'è stato, perchè il simpatico (perchè ci è veramente simpatico con


Stamattina, lunedì, si è chiuso un altro lunghissimo e stucchevole tormentone. CASERTA - Il tentativo c'è stato, perchè il simpatico (perchè ci è veramente simpatico con il suo candore tra il ci è o ci fa) sindaco di Marcianise, Antonio De Angelis si era veramente messo in testa di diventare lui presidente dell'assemblea dei sindaci dell'Asl di Caserta. Noi gli avevamo spiegato, poco sommessamente, già a fine estate quando l'assemblea elesse i 5 componenti del comitato ristretto che lui, De Angelis, già nel comitato ristretto, secondo noi non ci poteva stare, visto che lui dell'Asl di Caserta, è dipendente, in quanto medico in organico, nell'ospedale zonale di Marcianise. De Angelis ne aveva parlato con il senatore Enzo D'Anna che aveva fatto anche l'occhiolino a Paolo Romano, il quale, pur di evitare che Carmine Antropoli fosse eletto presidente si sarebbe anche immolato sotto le ruote di un camion targato Catone. Alla fine, è risultato evidente a tutti che De Angelis il presidente non l'avrebbe potuto fare. E così, stamattina, lunedì, i 5 compenenti del comitato direttivo, cioè De Angelis, il sindaco di Roccamonfina Letizia Tari, in quota Massimo Grimaldi, il sindaco di Piedimonte Enzo Cappello e di Santa Maria Capua Vetere, Biagio Di Muro, in quota Pd, e Carmine Antropoli, hanno votato quest'ultimo ad unanimità nuovo presidente dell'assemblea dei sindaci, andando a riempire un'incredibile carenza all'interno dell'organizzazione dell'Asl, che per anni è stata priva, anzi, si è privata da sola, per motivi misteriosi, di un organismo essenziale di indirizzo e di controllo degli atti amministrativi. G.G.