Cronaca Bianca

ESCLUSIVA MARCIANISE - Festeggiano Accinni e Pasquale Tartaglione: quante cose strane nel concorso per impiegati del comune vinto da due casertani. Leggete un po'

Dominus della commissione, il super prezzemolino Fulvio Tartaglione   MARCIANISE - Il vicesindaco Enrico Accinni, insieme al sindaco De Angelis da un lato, il consigliere c


Dominus della commissione, il super prezzemolino Fulvio Tartaglione   MARCIANISE - Il vicesindaco Enrico Accinni, insieme al sindaco De Angelis da un lato, il consigliere comunale ex polveriniano, ora romaniano, Pasquale Tartaglione, ricaleranno, sicuramente, pezzi di chiara soddisfazione rispetto all'esito del concorso per istruttori amministrativi, categoria C2, riservato esclusivamente a disabili che di qui a poche settimane porterà all'assunzione a tempo indeterminato di due nuovi impiegati comunali. Facendo quattro conti facili facili, l'esito della prova orale svoltasi un paio di giorni fa, combinata a quella della prova scritta, svoltasi, qualche mese orsono, quando ancora c'era il commissario, dovrebbe determinare la vittoria e dunque la risoluzione di ogni problema di lavoro di Clemente Latour, che è la traduzione francese di Latorre, e di Francesco Brignola, entrambi casertani e non marcianisani. Il che potrebbe significare che tutto si è svolto in maniera regolare con grande trasparenza. Noi di casertace, fino a prova contraria, non possiamo che confermare la regolarità di questo concorso, anche se non possiamo non dire che diverse cose originali sono successe tra gli scritti e gli orali e poi agli orali. Prima di tutto, Latour pur avendo riportato un punteggio di 27 agli scritti, era stato escluso. E tra i 6 esclusi è stato l'unico ad essere riammesso e che si è presentato agli orali, visto che un'altra riammessa, cioè Ines Bencivenga, si è data alla macchia e non si è proprio vista. Latour e Brignola, sommando i punti riportati a scritto e orale sono arrivati, rispettivamente, a quota 53 ( 27 + 26 ) e a quota 51 ( 27+ 24 ). Le altre due concorrenti, Veronica Cisonni e Luisa di Maso, dopo un brillantissimo scritto, si sono rincoglionite all'orale ed hanno riportato, manco a dirlo, lo stesso voto cioè 22, che porta la loro cifra a 49. Se vi volete divertire, leggetevi qui sotto gli esiti di scritti e orali che pubblichiamo integralmente. Detto questo, nella narrazione dei fatti, non può sfuggire l'intensa relazione amichevole che c'è tra Pasquale Tartaglione, consigliere a cui fa riferimento l'assessore Topo con Clemente Latour, suo amico anche su facebook. E ugualmente, non si può non annotare la parentela tra Francesco Brignola e il noto medico casertano che porta lo stesso cognome, amico di Accinni. La commissione giudicatrice, cioè le persone che hanno deciso il destino di una vita delle molte persone che hanno partecipato a questo concorso, pur contenendo al suo interno il segretario comunale e un'altra funzionaria del comune, ha fatto perno sul vero uomo forte della burocrazia comunale marcianisana e cioè il solito, immancabile, Fulvio Tartaglione, oggi dirigente del settore lavori pubblici e urbanistica, dunque interfaccia del già citato assessore Filippo Topo principale riferimento del consigliere Pasquale Tartaglione. Questo nulla significa, ma Casertace, che è Casertace, queste cose le deve scrivere per amor di verità. G.G. Questo l'esito della prova scritta Questo l'esito della prova orale