Sport

BASKET. JUVECASERTA-Reggio Emilia 74-68. Il risveglio di Roberts regala il successo a Caserta

Dopo un primo tempo difficile la Juve di carattere porta a casa i due punti. Senza Michelori che non ce la fa a recuperare dall'influenza che lo ha fermato in settimana e con un


Dopo un primo tempo difficile la Juve di carattere porta a casa i due punti. Senza Michelori che non ce la fa a recuperare dall'influenza che lo ha fermato in settimana e con un Hannah le cui condizioni psicologiche sono tutte da valutare, la Juve affronta un match dal valore enorme per la corsa ai playoff. Reggio Emilia senza Cinciarini. Lo spettacolo non la fa da padrona questa sera al PalaMaggiò dove ci vuole un po' per vedere i primi punti realizzati da tiro libero da Brooks. E' la lunetta a dare le migliori soddisfazioni alla Juve autrice di percentuali al tiro non lusinghiere, e praticamente solo dalla lunetta si costruisce il 7-0 di parziale che però vede subito la risposta della Grissinbon. Si va al primo mini-intervallo sul 10-8 per Reggio Emilia. Il secondo quarto sembra promettere bene con il canestro di Easley ma in realtà si rivela peggiore del primo: si finisce velocemente sotto di uno svantaggio che sfiora la doppia cifra e sul 24-14 Molin chiama time out per cercare di mettere ordine in una squadra che subisce troppo James White. L'uscita dalla sospensione non da la svolta alla partita che vede comunque la Juve segnare praticamente solo a cronometro fermo. La Grissinbon non sfrutta a pieno le difficoltà della Pasta Reggia e così si va all'intervallo sul 28-23 per gli ospiti. La Pasta Reggia cambia faccia nel secondo tempo e alza notevolmente le statistiche. Il fallo e canestro di Brooks da l'impressione del cambio di passo, Bell inizia a bombardare la Juve da tre punti ma anche i ragazzi di coach Molin iniziano a trovare continuità al tiro pesante con Scott e Roberts. La guardia statunitense è autore di un vero e proprio show nel finale di quarto con due bombe ed una schiacciata. Alla fine del terzo quarto Reggio Emilia conduce solo di un punto sul 46-45. L'ultimo quarto di gioco si apre con il sorpasso Juve sul 47-46 ma Kaukenas non è d'accordo a lasciar vita facile. La partita si svolge sul filo dell'equilibrio con Roberts e Kaukenas leader delle rispettive squadre. Reggio prova ad allungare ma la tripla di Roberts ed il gioco da tre punti di Mordente riportano la Juve a -1. Filloy e White rimettono quattro punti tra le due squadre, i due giochi da tre punti di Scott e Vitali rimettono la Juve avanti sul 68-66.  White sbaglia e Roberts raccoglie il rimbalzo subendo fallo, il 2/2 dalla lunetta sembra chiudere la partita. Scott a 35" dalla fine commette un fallo stupido e manda Kaukenas in lunetta che fa 2/2, Roberts fa 1/2 ma Filloy e White sbagliano due tiri e la Grissinbon è costretta a rimandare la Juve in lunetta con Scott che fa 1/2. Reggio non approfitta dell'ultima possibilità ed il 2/2 di Vitali fissa il punteggio sul 74-68. PASTA REGGIA CASERTA:Mordente 4, Marzaioli ne, Marini ne, Vitali 11, Tommasini 0, Brooks 10, Roberts 20, Hannah 6, Scott 15, Easley 9. GRISSINBON REGGIO EMILIA: White 19, Filloy 7, Gigli 4, Antonutti 6, Bell 14, Frassineti ne, Mussini 0, Kaukenas 14, Cervi 2, Silins 2, Pini 0, Cinciarini ne.   Emanuele Terracciano