Sport

LEGA PRO. AVERSA NORMANNA, cambia marcia in casa

La permanenza in LegaPro dei granata passa soprattutto per le partite interne: 6 nelle ultime 11. Importante cominciare a vincere già da domani contro il Chieti Massima concentr


La permanenza in LegaPro dei granata passa soprattutto per le partite interne: 6 nelle ultime 11. Importante cominciare a vincere già da domani contro il Chieti Massima concentrazione per un immediato riscatto. Con questo spirito dovrà scendere in campo domani pomeriggio l’Aversa Normanna, nella partita contro il Chieti. La sconfitta di Messina ci poteva stare, come dimostra il colpaccio dei siciliani ieri a Foggia (1-2), e va archiviata. Anche perché, se il rendimento in trasferta è più che discreto, è in casa che i granata in questo 2014 stanno rischiando di compromettere la permanenza in LegaPro: 6 i punti conquistati nelle ultime 4 trasferte, a dispetto del solo pareggio (con il Melfi) in 2 partite in casa. Ne restano sei in casa e quindi dal “Bisceglia” passerà gran parte della permanenza in categoria dei normanni. Bisognerà vincerne almeno quattro, se non cinque, oltre a qualche altro punto in trasferta, per raggiungere quella quota di 46-47 punti, al momento ipotizzabile come necessaria ad evitare i play-out. E tanto vale cominciare a farlo da domani, anche considerando che, vincendo, si supererebbero contemporaneamente Castel Rigone (sconfitto dalla Casertana), Messina e, per l’appunto, Chieti. Di Costanzo ha a disposizione tutti gli effettivi, o quasi. L’unico sicuro assente è lo squalificato Gatto, che presumibilmente verrà sostituito da De Rosa. Acciaccato Vicentin che, se recuperato andrà in panchina. Recuperati invece Di Girolamo e Di Vicino, ma solo il secondo dovrebbe essere nell’11 iniziale a supporto di Orlando e di Galizia, al rientro dopo la squalifica. Il Chieti, sulla cui panchina non siederà lo squalificato De Patre, è al momento una delle squadre più in forma del campionato, con 11 punti nelle ultime 5 partite. Ma i dati più impressionanti sono quelli delle voci reti subite (15, migliore del campionato con la Casertana) e punti in trasferta (16, frutto di 5 vittorie per il quinto miglior rendimento). Si schiera abitualmente con un 4-2-3-1, che all’occorrenza può diventare 4-4-2 o 4-3-3. In porta dovrebbe tornare Robertiello mentre due potrebbero essere i ballottaggi: quello tra Rossi e Verna come esterno destro alto e quello tra Cinque e Gaeta a supporto di Guidone. Dirigerà la partita il signor Lorenzo Bertani di Pisa, coadiuvato da Garito e Culicelli. Redazione sportiva PROBABILI FORMAZIONI AVERSA NORMANNA (4-3-1-2): D’Agostino; Nocerino, Prevete, Porcaro, Esposito; Comini, De Rosa, Suarino; Di Vicino; Orlando, Galizia. Chieti (4-2-3-1): Robertiello; De Giorgi, Terrenzio, Di Filippo, Turi; Della Penna, Giorgino; Rossi, Cinque, Berardino; Guidone. IL PROGRAMMA: Foggia-Messina 1-2 (giocata ieri); Castel Rigone-CASERTANA 0-1 (giocata oggi); AVERSA NORMANNA-Chieti; Teramo-Martina; Melfi-Cosenza; Sorrento-Ischia; Vigor Lamezia-Gavorrano; Aprilia-Poggibonsi; Arzanese-Tuttocuoio CLASSIFICA: CASERTANA (1 partita in più) 47; Teramo 41; Cosenza e Foggia(1 partita in più) 40; Castel Rigone (1 partita in più) 33; Chieti, Ischia e Messina (1 partita in più) 32; AVERSA NORMANNA e Vigor Lamezia 31; Melfi 30; Poggibonsi 29; Tuttocuoio 27; Martina 24; Sorrento ed Aprilia 23; Arzanese 21; Gavorrano 20