Cronaca Bianca

Mario Landolfi e Gennaro Coronella con Officina per l'Italia ripartono da An: "Non abbiamo aderito a Fratelli d'Italia". La Iazzetta a Mondragone precisa: "Il mio è un progetto nuovo"

L'ex ministro sottolinea come, oggi in politica ci sia bisogno di una cultura nazionale e sovranista interpretate da una nuova casa della destra a cui ha aderito anche Fratelli d'


L'ex ministro sottolinea come, oggi in politica ci sia bisogno di una cultura nazionale e sovranista interpretate da una nuova casa della destra a cui ha aderito anche Fratelli d'Italia   di Massimiliano Ive e Walter De Rosa ROMA - CASERTA - MONDRAGONE - Mario Landolfi e Gennaro Coronella hanno deciso, mediante l'associazione Officina per l'Italia, di partecipare in questa fase costituente, ai lavori organizzativi della nuova casa della destra italiana. A tale involucro politico hanno aderito Fratelli d'Italia, la stessa associazione di cui fa parte l'ex parlamentare mondragonese, e altre anime e gruppi della destra che si ispirano a valori e ad una cultura "nazionale" e "sovranista della politica". E' stato proprio l'ex ministro a confermarcelo e a precisare che lui e Gennaro Coronella non hanno aderito a Fratelli d'Italia, ma intendono dare un contributo politico teso a ricolmare quel vuoto rappresentativo lasciato da Alleanza Nazionale. "Noi non ritorniamo, ma ripartiamo da An per ricostruire la casa della destra e dare all'elettorato un'alternativa politica". Il progetto è alquanto ambizioso ed articolato, ma Landolfi non parla di ritorno al passato, "In politica si riparte, non si torna o guarda indietro...C'è l'intenzione anche di ideare un nuovo simbolo". Anche a Caserta, come a Mondragone la notizia era stata recepita come una ridiscesa in campo, mediante Fratelli d'Italia dei due esponenti politici che hanno fatto la storia di An in provincia di Caserta e non solo. Al riguardo, visto che a Mondragone c'è già un circolo di Fratelli d'Italia rappresentato da Mina Iazzetta, qualcuno aveva già malignato che la delegata di Gimmi Cangiano fosse divenuta un alfiere dell'ex vicecoordinatore regionale del Pdl. Ma come ha precisato lo stesso Mario Landolfi lui non ha aderito al partito della Iazzetta-Cangiano, ma fa parte di un embrione politico mediante la sua associazione nazionale. Anche Mina Iazzetta, ci ha tenuto a precisare a Casertace che il suo progetto politico incardinato a Mondragone "Non è una pendice dell'azione politica dell'ex parlamentare mondragonese, in quanto - sottolinea la locale portavoce - ho messo in cantiere qualcosa di nuovo per la mia città.". La Iazzetta nel contempo non preclude che l'esponente politico di Officina per l'Italia qualche volta ha fatto palesare la possibilità di partecipare ad alcuni incontri organizzati dal circolo locale di Fratelli d'Italia.