Sport

LEGA PRO, le ALTRE - Il Cosenza viene contestato, il Foggia delude. La Vigor vince grazie ad un gol incredibile

Analisi delle partite della sesta giornata di ritorno del Girone B di Seconda Divisione Dopo aver fatto il punto sui risultati, della sesta giornata di ritorno, delle due squad


Analisi delle partite della sesta giornata di ritorno del Girone B di Seconda Divisione Dopo aver fatto il punto sui risultati, della sesta giornata di ritorno, delle due squadra di Terra di Lavoro, ora analizziamo, una ad una le partite. CHIETI - ARZANESE 0-0 (/ - /) Gara terminata a reti bianche all'Angelini di Chieti, ma partita divertente e dal ritmo elettrico. Continui capovolgimenti di fronte, favoriti da squadre troppo lunghe, hanno animato il pomeriggio di due delle compagini più in forma di questo girone di ritorno. A condire il tutto, anche le polemiche per alcune decisioni arbitrali che non accontentano nessuna delle due squadre. Da segnalare un'occasionissima per la squadra di casa con Cinque, che coglie il palo, ed almeno un paio, tutte con il bomber Ripa, per la squadra ospite. COSENZA - CASTEL RIGONE 1-1 (1' pt. Mosciaro - 7' st. Tranchitella) Si chiude nel peggiore dei modi la domenica dei Lupi e del tecnico Cappellacci: contestati dal pubblico, che li ha esortati a cacciare gli attributi. Eppure la prima frazione di gioco è stata a senso unico per la squadra calabrese, che ha trovato il vantaggio con un rigore di Mosciaro al primo minuto di gioco, e poteva segnare benissimo altre due o tre reti. Nel secondo tempo però sale in cattedra la squadra di Luca Fusi, che schiaccia il Cosenza e trova il pari con il solito Tranchitella. Sul finire, assalto finale dei padroni di casa, che però si devono arrendere al palo, colpito da Chinellato ISCHIA ISOLAVERDE - TERAMO 3-0 (15' pt. Muro, 20' pt., 29' st. Cunzi - /) L'Ischia si fa beffe della capolista e da un nuovo slancio alla sua classifica, ovviando completamente ai problemi di organico determinato dalla spending review che ha colpito la società isolana da almeno un mese. La partita è bellissima, con l'Ischia che parte forte, sbaglia un calcio di rigore, ma ha la forza di trovare in cinque minuti ben due gol, uno con Muro e l'altro con Cunzi. Il Teramo non si arrende, trova un rigore (ma lo sbaglia) e gioca buona parte del match in superiorità numerica). Quando si ristabilisce la parità di uomini, i Diavoli continuano a spingere, ma devono arrendersi al palo ed alla doppietta di giornata di Cunzi. POGGIBONSI - MELFI 1-1 (28' pt. Ferri Marini - 13' pt. Tortori) Un punto per parte nella sfida tra Leoni e Lucani. Gara non bellissima, dai ritmi non elevati. Per lunghi tratti la squadra toscana ha dominato il campo ma ha dovuto far fronte all'iniziale vantaggio della squadra ospite, con Tortori. Il pareggio è stato anche piuttosto immediato con l'attaccante Ferri Marini, ma nel secondo tempo la squadra ha risentito di un vero e proprio bomber d'attacco in area di rigore. Inoltre, a tempo ormai scaduto, la traversa di Scardina suona come una beffa. TUTTOCUOIO - VIGOR LAMEZIA 0-1 (/ - 31' pt. Zampaglione) Più delle parole, servirebbero le immagini per descrivere il gol con il quale la Vigor Lamezia torna al successo (superando così un periodo nerissimo). Proviamo a raccontarlo: punizione a due per il Tuttocuoio, al limite dell'aria di rigore della squadra calabrese. Salzano tocca corto per Giannattasio, il tiro viene rimpallato da Zampaglione che fa parte della barriera, la palla assume una stranissima traiettoria (aiutata dal vento) e va ad insaccarsi nella porta di Bardi, dall'altra parte del campo. Vani i tentativi della squadra di casa di rimediare a questo assurdo gol. E' una sconfitta pesante per i toscani, la fine di un incubo per la Vigor. MARTINA FRANCA - FOGGIA 1-1 (16' st. Colombaretti - 19' st. rig. Montalto) Era molto attesto questo derby e, stando a vedere i risultati di giornata, per il Foggia è una clamorosa occasione sprecata. Detto ciò, l'1-1 è giusto e se la vittoria, per i Satanelli, non è arrivata, la colpa è esclusivamente della compagine in rossonero. Infatti, la squadra giocata da Padalino ha disputato una brutta partita, dove non è mai sembrata realmente in partita, ma nonostante questo, al 16' del secondo tempo era stato trovato il vantaggio con un tap-in di Colombaretti. Uno 0-1 durato veramente poco. Infatti nel giro di tre minuti, il Martina Franca trova un rigore che Montalto tramuta in rete. Nel finale occasionissima per Sciannamé che però si divora un gol già fatto. Gavorrano - Aprilia 2-1 (giocata ieri) CLASSIFICA CASERTANA 44 Teramo 41 Cosenza 40 Foggia 40 Castel Rigone 33 Chieti 32* Ischia 32 AVERSA N. 31 Vigor Lamezia 31 Melfi 30 Poggibonsi 29 Messina 29 Tuttocuoio 27 Martina Franca 24 Sorrento 23 Aprilia 23 Arzanese 21 Gavorrano 20 *1 punto di penalizzazione Lega Pro unica play out retrocessione Redazione Sportiva