Politica

LE FOTO - CASTEL VOLTURNO - Bonifica e raccolta differenziata all'anno zero, i grillini castellani scendono in piazza e si fanno vedere

Raccolta di firme, informazioni e messaggi politici. Ecco come è stata e chi c'era sotto il gazebo in via Marinella CASTEL VOLTURNO - I militanti del Movimento 5 Stelle di Cas


Raccolta di firme, informazioni e messaggi politici. Ecco come è stata e chi c'era sotto il gazebo in via Marinella CASTEL VOLTURNO - I militanti del Movimento 5 Stelle di Castel Volturno, rappresentati in città da Massimo Seccareccia stamane, sabato hanno installato un gazebo alla fine di via Marinella, a ridosso di via dei Martiri di Castel Volturno, per raccogliere le firme al fine di stimolare il dibattito politico-istituzionale sulla storica vicenda della tassa Zanzara, quella per così dire dell'imposta pretesa dal Consorzio di Bonifica sulle aree urbanizzate di Castel Volturno. Un vecchio tema riproposto dai grillini che ha ottenuto come risultato un vivo interesse da parte della cittadinanza locale. Tra i militanti di questo gruppo abbiamo intravisto Renato De Litala con tanto di distintivo del partito del Vaffa. Accanto al telo del gazebo, c'era anche Valerio Boccone che sul tema del Consorzio di Bonifica, un cavallo di battaglia del padre, Antonio, quando quest'ultimo era referente di An, ha deciso di dare un contributo personale. Altri temi messi sul tavolo, pardon a corredo della petizione del Movimento 5 Stelle sono: quello della battaglia di Beppe Grillo sul caso Rc Auto e una richiesta formale di costituzione di parte civile o di denuncia contro gli ex amministratori di Castel Volturno per la mancata realizzazione di un efficiente servizio di raccolta differenziata, in considerazione del danno arrecato nel tempo all'utenza e ai contribuenti della località rivierasca. M.I.