Politica

CASTEL VOLTURNO AL VOTO - Boccone junior si defila dalla realtà politica cittadina: "Solo vecchi progetti, candidati senza contenuti e persone che non sanno distinguere una determina da una delibera"

Il giovane esponente castellano deluso dopo una serie di confronti politici. "Per il momento resto a guardare... nessuno ha proposto programmi di risanamento ambientale del territ


Il giovane esponente castellano deluso dopo una serie di confronti politici. "Per il momento resto a guardare... nessuno ha proposto programmi di risanamento ambientale del territorio e progetti per il comparto agricolo"   CASTEL VOLTURNO - "Ho deciso di defilarmi, per il momento, dal contesto politico di Castel Volturno, in quanto non riesco ad intravedere con le varie realtà partitiche e non solo che si stanno affacciando sullo scenario locale a ridosso di una campagna elettorale che si appresta ad essere infuocata, nulla di nuovo, nulla di concreto. Di questo ne sono amaramente deluso". E' lo sfogo reso a Casertace, da Valerio Boccone, che dopo una serie di confronti politici in previsione appunto della competizione elettorale in città ricalca un aspetto che purtroppo si percepisce già nell'aria "Al di là dei soliti volti e dei soliti progetti poco reali e realistici, nessun esponente politico di Castel Volturno ha avuto l'umiltà di proporre un programma che tenga conto di progetti che rilancino il nostro comparto zootecnico-agricolo, nonchè di quello ambientale. Si discute come al solito di candidati, ma non vedo contenuti.". Boccone è molto cupo nella valutazione politica di quello che sta succedendo in città tanto da arrivare a sottolineare anche una decadenza culturale dei rappresentanti del mondo politico locale che si apprestano a candidarsi: "Ci sono persone che non sanno nemmeno distinguere una determina da una delibera ed intendono proporsi come amministratori di Castel Volturno, solo perchè hanno un piccolo consenso elettorale che intendono rappresentare. Ma dove vogliamo andare?". Poi sul tema del rilancio turistico di Castel Volturno, Boccone junior rivendica anche "Chi parla di turismo, di progetti sulla ricezione turistica, mi devono venire a dire come i quartieri di Castel Volturno possono essere ricettivi dal punto di vista turistico quando non sappiamo ancora oggi risolvere le questioni ataviche quali gli allagamenti dei viali, la presenza di rifiuti ovunque e non offriamo come contraltare degli attrattori turistici che presuppongono non solo un miglioramento della qualità delle strutture turistiche, ma anche un potenziamento del comparto agricolo-ambientale che oggi a Castel Volturno è ridotto a zero. Non prendiamo in giro i cittadini". Max Ive