Cronaca Nera

Enrico Fabozzi, la Cassazione annulla la misura cautelare in carcere. Restano aperti i processi

Oggi è stata resa nota la decisione relativa all'ultimo arresto, quello del novembre 2011 per il reato di turbativa d'asta VILLA LITERNO - Per la Corte di Cassazione anche i m


Oggi è stata resa nota la decisione relativa all'ultimo arresto, quello del novembre 2011 per il reato di turbativa d'asta VILLA LITERNO - Per la Corte di Cassazione anche i motivi che hanno indotto i giudici del tribunale di Napoli ad arrestare, nel novembre del 2011, l'ex sindaco di Villa Literno e attuale consigliere regionale, Enrico Fabozzi, con l'accusa di turbativa d'asta, non erano sufficienti a sostenere la necessità della misura cautelare. E così, i giudici della prima sezione della Corte di Cassazione, hanno annullato quell'ordinanza di custodia. Si tratta di una decisione speculare a quelle che gli ermellini di piazza Cavour hanno già assunto relativamente ad altre tre ordinanze di custodia cautelare in carcere del sindaco Fabozzi, accusato, tra le altre cose di concorso esterno in associazione camorristica. Questa decisione chiude, per ora, la partita relativa alle misure cautelari. Tutt'altro discorso è quello relativo ai processi che, se possono essere in qualche modo condizionati da pronunciamenti dei giudici di terzo grado, relativi, ripetiamo, solamente i titoli cautelari, hanno una vita autonoma, visto che nel dibattimento tante cose possono modificarsi e possono ridefinirsi. Staremo a vedere.