Cronaca Bianca

REGGIA DI CASERTA, 25 custodi "epurati" da Angelini. 15 andranno a svernare in campagna a Carditello

Speravano di transitare dalla Sovrintendenza al nuovo Polo Museale, ma nei giorni scorsi è arrivata la doccia fredda del numero uno in Campania del Mibac CASERTA – Il  diret


Speravano di transitare dalla Sovrintendenza al nuovo Polo Museale, ma nei giorni scorsi è arrivata la doccia fredda del numero uno in Campania del Mibac CASERTA – Il  direttore regionale Gregorio Angelini, circa una settimana fa, ha convocato i sindacati per comunicare loro la nuova organizzazione del  Polo Museale di Napoli e Reggia di Caserta A quanto pare da quella riunione è emerso che il palazzo Vanvitelliano non si avvarrà più in futuro dei servigi dei suoi 25 attuali custodi. Questo avverrà in quanto la migrazione della Reggia nel nuovo Polo Museale che il monumento casertano andrà a costituire con la città di Napoli non sarà accompagnata da uno speculare spostamento dei custodi che molto bene non sono rimasti quando il direttore regionale del ministero dei beni culturali e sovrintendente ad interim, Gregoria Angelini, quando gliel'ha comunicato. In sostanza, i 25 rimarranno nell'organico della Sovrintendenza che ne spedirà 15 alla Reggia di Carditello, quale contributo quale contributo del Mibac alla nuova fondazione che gestirà la residenza di campagna dei Borboni recentemente acquistata  all'asta dallo Stato Italiano, mentre i restanti 10 verranno messi , così è emerso da una recente riunione tra Angelini e i sindacati, a guardai degli uffici della sovrintendenza, che, francamente, non è certo una promozione. Della serie: se in passato vi abbiamo regalato lo stipendio, perché a nostro avviso, sembra voler dire Angelini, non avete svolto bene il vostro lavoro per la Reggia, ve lo continuiamo a regalare, ma quantomeno non fate altri danni.