Cronaca Nera

PROCESSO A COSENTINO, ma non solo... / Bidognetti: "Il clan Lago ci disse di appoggiare la Mussolini per fare un dispetto ai Moccia che appoggiavano Bassolino"

Sono le 14.22 e la deposizione del pentito è ancora in corso. Siccome si parla di politica, facilmente, da Cosentino, si rimbalza altrove   SANTA MARIA CAPUA VETERE - D


Sono le 14.22 e la deposizione del pentito è ancora in corso. Siccome si parla di politica, facilmente, da Cosentino, si rimbalza altrove   SANTA MARIA CAPUA VETERE - Durante la deposizione di Domenico Bidognetti, ancora in corsa ( sono le 14.22) nell'ambito del processo che vede Nicola Cosentino imputato, è emersa un'altra vicenda sicuramente interessante, relativa alle elezioni comunali di Napoli, del 1993. "Il clan Lago venne da noi Casalesi - ha detto Domenico Bidognetti - e ci chiese di aiutarci a far vincere la Mussolini". Questo, secondo la testimonianza del pentito, non era frutto di una scelta di campo a favore della candidata della destra, da parte di tutta la camorra, ma solo di una iniziativa del clan Lago, in alternativa al sostegno politico, che, sempre a detta di Domenico Bidognetti, "Il clan Moccia di Afragola garantiva all'altro candidato sindaco della sinistra, Antonio Bassolino". "Così ci dissero - ha concluso Bidognetti -, diamo una mano alla Mussolini, così facciamo un dispetto al clan Moccia"