Cronaca Nera

ore 17,15 ESCLUSIVA / S.MARIA C.V.- Noto ex titolare dell' agenzia di scommesse di piazza Padre Pio sospettato di rapina. Lunedì la decisione sulla conferma del carcere

E' sospettato di essere stato il basista del colpo presso la gioielleria di San Prisco, conclusosi, giovedì sera, con un conflitto a fuoco tra i banditi e gli uomini el locale co


E' sospettato di essere stato il basista del colpo presso la gioielleria di San Prisco, conclusosi, giovedì sera, con un conflitto a fuoco tra i banditi e gli uomini el locale commissariato di polizia SANTA MARIA CAPUA VETERE - Comparirà lunedi 18 marzo prossimo, dinanzi al Giudice per le indagini preliminari , il dott. Tommaso Perrella, Nicola De Chiara, il quarantacinquenne originario di Frignano. ma da anni trasferitosi nella città di Santa Maria Capua Vetere dove ha gestito, fino a qualche mese fa, una frequentatissima Agenzia di Scommesse ubicata alla locale Piazza Padre Pio ed attualmente detenuto presso il carcere della Città. Prima verrà sottoposto ad interrogatorio alla presenza del suo difensore di fiducia, l'avvocato Raffaele Gaetano Crisileo e poi il GIP, una volta esaminati tutti gli atti, deciderà se emettere o meno un'ordinanza di custodia cautelare in base alla gravità degli indizi presentati dal Pubblico Ministero e dal Commissariato della Polizia che ha condotto le indagini, diretto dal dott. Pasquale Trocino Pesante Il capo d'imputazione che la Procura della Repubblica, nella persona della dott.ssa Cristina Correale, ha formulato nei confronti del commerciante : concorso in rapina pluriaggravata con altre persone in corso di identificazione ai danni di una gioielleria di San Prisco, compiuta nella tarda serata di giovedì scorso, 14 marzo. Nicola de Chiara è considerato dagli inquirenti uno dei componenti principali del gruppo che ha messo a segno la rapina; in pratica egli sarebbe il "basista" che avvrebbe studiato la zona ed avrebbe offerto ai complici le informazioni necessarie per mettere a segno il colpo che non andò a buon fine solo grazie al rapido ed efficace intervento degli uomini del locale Commissariato che risucirono a sventrare la rapina