Politica

ESCLUSIVA AVERSA/ La parentopoli della short list. Ci sono pezzi da novanta dell'Udc, di Noi Aversani e la moglie di un consigliere

  Abbiamo cominciato a dare un'occhiata di massima all'elenco dei nomi pubblicato stamattina. Cominciano a saltare fuori significative sorprese.   AVERSA - I cas


  Abbiamo cominciato a dare un'occhiata di massima all'elenco dei nomi pubblicato stamattina. Cominciano a saltare fuori significative sorprese.   AVERSA - I casi di Elia Barbato, Ninì Migliaccio e Nicola Golia sono di gran lunga i più seri, nell'economia di una valutazione sulla lunga  short list, compilata, attraverso le iscrizioni volontarie di ingegneri e architetti, al comune di Aversa, per eventuali incarichi all'interno dei lavori del piano triennale delle opere pubbliche e di quelle relative al Piu Europa sulla plateale inopportunità di queste adesioni abbiamo già scritto e commentato ampiamente. Oggi, a poche ore dalla pubblicazione dell'elenco completo dei 400 professionisti nella short list, è opportuno segnalare ai lettori, per una loro opportuna conoscenza, altre relazioni  che ci sono tra alcuni nomi  e la politica locale. Non si tratti di casi pensanti, come quelli di Barbato e di Migliaccio, ma qualcosa pure significano. Ad esempio, domenica scorsa, quando abbiamo pubblicato in esclusiva la notizia della short list, avremmo scommesso la proverbiale sterlina che il connubio tra Nicola Golia e sua figlio non sarebbe stato sciolto nemmeno in questo caso. E così, capita che nella short list siano presenti sia il papà Nicola, coordinatore cittadino del Pdl, che suo figlio. Risaltano agli occhi anche i nomi di due altri politici in vista della città di Aversa. E sarebbe interessante conoscere, a questo punto, cosa ne pensa il figlio del presidente dell'ordine degli architetti De Cristofaro, capogruppo dell'Udc in consiglio, del fatto che nella short list ci sono anche due nomi pesanti appartenenti al suo partito. Stiamo parlando del consigliere provinciale Luigi Menditto e dell'architetta Claudia Golia, candidata dell'Udc alle ultime elezioni comunali, ma soprattutto, componente della triade commissariale che gestisce la linea politico del partito di Zinzi nella città di Aversa. Andiamo avanti. Scorrendo la lista dei 400 si incrociano anche i nomi di Salvatore Tanzillo e di Gianpaolo Pisciotta, entrambi appartenenti ai padri fondatori del movimento civico Noi Aversani, chiavistello di Sagliocco per entrare, con successo, nel meccanismo delle candidature a sindaco alle comunali dell'anno scorso. Altro nome interessante quello di Giacomo Pezone, collegatissimo personalmente al già citato assessore all'urbanistica Ninì Migliaccio. Ultimo nome è quello della moglie del consigliere comunale Nico Nobis. G.G.