Politica

MONDRAGONE / Ciclone Tarsu, Marquez e Schiappa "congelano" il Consiglio. I centristi invocano l'intervento del prefetto

Sarebbero scaduti i termini della convocazione. Protocollata anche una nota al Comune   MONDRAGONE - CONSIGLIO COMUNALE - La Coalizione di Centro si rivolge al Prefetto d


Sarebbero scaduti i termini della convocazione. Protocollata anche una nota al Comune   MONDRAGONE - CONSIGLIO COMUNALE - La Coalizione di Centro si rivolge al Prefetto di Caserta per il ritardo di Schiappa nella convocazione del consiglio comunale sulla TARSU: in data 04.3.2013 i centristi hanno depositato presso la casa comunale e presso la Prefettura di Caserta una formale lettera di stigmatizzazione del comportamento arrogante del primo cittadino Giovanni Schiappa e del Presidente del ConsiglioPasquale Marquez che in chiara violazione dello statuto e del regolamento comunale omettono di convocare il consiglio comunale nonostante a ciò tenuti nei 20 giorni dalla formale richiesta depositata da tutte le minoranze in data 18.02.2013. la convocazione ha ad oggetto in tema spinoso: le minoranze chiedono di approvare una mozione con la quale dichiarare non più dovuto il tributo Tarsu per l'anno 2006 (essendo decaduto il potere dell'ente di esigere il contributo per quella specifica annualità) ed annullare gli avvisi dia accertamento relativi alle annualità 2008 - 2001 in quanto relativamente a questi periodi contributivi non vi è alcuna urgenza nè pericolo di decadenza e dunque appare davvero scellerata (attesta la difficile congiuntura economica in cui versano i cittadini) la scelta di notificare sai nostri concittadini tra dicembre e gennaio scorsi (e cioè dopo il salasso della seconda rata IMU che pure il Sindaco poteva ridurre e non ha ridotto) ben 6 annualità contributive di dubbia fondatezza quanto a formalità e sostanza di accertamento. Le minoranze tutte chiedono - relativamente alle annualità contributive 2008 - 2011 di concedere un termine entro il 01.09.2013 per un cosiddetto ravvedimento operoso e cioè termine entro il quale consentire (senza interessi di mora e senza sanzioni pecuniarie) ai cittadini di rivolgersi all'ufficio preposto e chiarire ed eventualmente rateizzare il dovuto. In tal modo si coniugherebbe utilmente il diritto del cittadino di pagare il giusto con l'interesse erariale del'Ente atteso che si eviterebbe di REGALARE alla GESTIN o meglio alla società che le è succeduta (ENGENEERING Tributi Spa) di incassare l'agio previsto pari al 35% dell'accertamento e pari al 10% delle sanzioni pecuniarie. I soldi dei Mondragonesi - se dovuti - non li regaliamo a società esterne....teniamoceli nelle casse comunali senza vessare i cittadini peraltro relativamente ad un tributo (Tarsu) relativo ad un servizio assicurato in modo palesemente scadente ed insufficiente. aspettiamo ilSindaco Schiappa in consiglio comunale affinchè renda conto del suo operato che danneggia i cittadini! A nomne dell'intera coalizione di Centro Avv Camillo Federico Dott. Alessandro Pagliaro Avv. Luigi Mordacchini Avv. Giovanni Zannnini