Cronaca Bianca

ESCLUSIVA - STANGATA TARES A MONDRAGONE ATTO II. Spunta anche il manifesto delle minoranze... e Zannini riabilita e "fa l'occhiolino" al presidente del Consiglio, Marquez

Ora la battaglia politica passa dall'Assise alla piazza a suon di manifesti di Max Ive MONDRAGONE - Quello che vedete è il manifesto fatto circolare in città nelle ul


Ora la battaglia politica passa dall'Assise alla piazza a suon di manifesti di Max Ive MONDRAGONE - Quello che vedete è il manifesto fatto circolare in città nelle ultime ore dalle minoranze consiliari della cittadina rivierasca. Non è altro che la conferma della posizione politica assunta in Consiglio comunale dagli stessi consiglieri di opposizione, che da circa un mese si stanno battendo sul caso Tares. Adesso sta circolando anche in rete. Rimanendo in tema, oggi, sul caso è intervenuto nuovamente il centrista Giovanni Zannini, che analizzando la seduta dell'ultimo Consiglio comunale, ha deciso di riabilitare sul caso Tares la figura del presidente del Consiglio Marquez, per il semplice fatto di aver consentito all'opposizione di discutere, appunto sull'argomento in questione.  Nell'inciso di Zannini si capisce palesemente che la mozione delle minoranze non è passata per il voto contrario proprio del sindaco Schiappa, che sommato a quello degli 8 consiglieri di maggioranza ha consentito di rispedire al mittente la proposta formulata dagli altrettanti 8 membri delle opposizioni. Sarebbe bastato a questo punto un solo voto per sovvertire il risultato. Forse proprio per questo, questo ringraziamento formulato da Zannini assume i contorni di un occhiolino, di un'apertura a Marquez, anche per un confronto politico più sereno. In secondo luogo Zannini junior nella sua nota stampa ha  promesso battaglia anche sulla questione delle zone franche urbane... Staremo a vedere.   Nelle foto, Giovanni Zannini e Pasquale Marquez QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DI GIOVANNI ZANNINI   Schiappa e Cennami, respingendo la proposta di delibera dei consiglieri comunali di opposizione sulla TARES hanno scritto l'ennesima pagina nera di una gestione amministrativa scombinata, priva di programma, finalizzata unicamente alla occupazione di poltrone senza legittimazione popolare. Davvero grave l'atteggiamento della maggioranza del ribaltone, che nell'ultimo consiglio comunale (celebratosi per volontà delle opposizioni), ha respinto sistematicamente le proposte delle opposizioni che se accolte avrebbero consentito una rimodulazione delle tariffe, delle esenzioni, una rateizzazione del saldo Tares e soprattutto un ristoro per tutti i Mondragonesi relativamente al 2014. Non c'è stato nulla da fare. I voti in consiglio comunale erano 8 a 8 e solo grazie al voto contrario del Sindaco Schiappa la proposta delle opposizioni non è passata. Unico a distinguersi positivamente durante la seduta consiliare del 22.01.2014 è stato il Presidente del Consiglio Pasquale Marquez che, quantomeno, ha consentito alle opposizioni di poter discutere della propria proposta in coniglio comunale. Per il resto, Daniela Lumia, Antonio Pagliaro, Giuseppe Iandico, Francesco Supino, Emilio Martucci, Achille Cennami e Giuseppe Verrengia si sono assunti (per aver seguito come dei burattini l'ordine di scuderia del Sindaco Schiappa) una grave responsabilità politica verso tutti i Mondragonesi che sono stati messi in ginocchio da tariffe Tares, tariffe  che la sola maggioranza ha deliberato ad ottobre scorso con ilo voto contrario di tutte le opposizioni. Al Sindaco Schiappa inoltre facciamo sapere che sulla questione delle zone franche urbane non consentiremo l'ennesimo imbroglio ai Mondragonesi. Vigileremo e renderemo pubblico ogni tentativo di indebita appropriazione di risultati che competono ad altre stagioni politiche come pure vigileremo affinchè uno strumento importante non venga ancora una volta svilito da una gestione politica attenta più al presenzialismo e alla partecipazione a sterili passarelle che non alla risoluzione dei problemi dei Mondragonesi. A titolo di esempio è bene che tutti sappiano che pochi giorni dopo il consiglio comunale sulla Tares, Sindaco Schiappa e giunta hanno deliberato in giunta circa 10.000,00 euro di patrocini economici tutto questo mentre i commercianti e i Mondragonesi tutti vengono affamati dalla Tares. Avv. Giovanni Zannini per la coalizione di centro