Politica

CANCELLO ED ARNONE. PD, è ufficiale: Daniele Abbate, Musone & C. presenteranno una seconda lista

Riceviamo e pubblichiamo la nota del gruppo alternativo all'area Di Puorto COMUNICATO STAMPA - All’esterno potrebbe sembrare illeggibile quello che si sta verificando nel


Riceviamo e pubblichiamo la nota del gruppo alternativo all'area Di Puorto COMUNICATO STAMPA - All’esterno potrebbe sembrare illeggibile quello che si sta verificando nel nascente Pd di Cancello Ed Arnone, ma in realtà, a tutti i membri attivi del partito è ben chiaro. Nonostante il partito provinciale ha cercato di mediare tra le due anime, chiedendo ai tesserati di trovare un accordo, ciò non è riuscito. L’ostacolo principale era rappresentato dalla figura del segretario, ricaduta su Bernardo Baldascino, supportato da Di Puorto. "Daremo il nostro  contributo a questa lista - hanno dichiarato Daniele Abbate, Branco e Musone, esponenti della compagine alternativa a Di Puorto. - Speriamo che vinca la migliore proposta" Questa lista è sostenuta anche da altri militanti come  Ricciardone, Chierchia e Stellato, il quale rappresenta la parte storica del centro sinistra. Abbate, Musone & C volevano si una lista unitaria, ma guidata con un candidato terzo e, soprattutto, avrebbero desiderato che nella figura del segretario, ci fosse un giovane come segno di rinnovamento, e invece l'altro gruppo ha preferito, come al solito, essere conservatrice. A quel punto, dopo aver capito che sul segretario non c’erano più segni di apertura un'area dei democrat di Cancello ed Arnone ha pensato di poter andare avanti da sola. "Mi auguro, - ha commentato Branco, -  che si realizzi un partito composto da persone con ideali quantomeno di sinistra". Nella giornata di oggi si è giunti alla decisione di mettere in campo una seconda lista: nasce perché si hanno due visioni di partito diverse ma anche e soprattutto perché c’è un gruppo che pensa a chiudersi all’interno senza guardare ciò che avviene  all’esterno. "Vorrei - ha dichiarato Abbate, - che l'avversario non si vedesse nel PD, nonostante questa seconda lista.  Vorrei un partito plurale, ma che sappia costruttivamente confrontarsi sui temi,mettere in campo le energie migliori senza tralasciare nessuno." Questa lista, alternativa all'area Di Puorto, vorrebbe un partito aperto a tutti, che si affiancasse di più ai cittadini e ai loro problemi e meno ai ruoli individuali, ma che punti a far crescere i democrat in un paese dove, purtroppo, il centrosinistra negli ultimi anni è stato fallimentare.