Politica

La strana guerra di Mimì Zinzi contro il Presidente di Confindustria Morelli. Puoti attacca. Tutto 'sto baccano, mica solo per un Arricale?

In calce al nostro articolo, la sorprendente presa di posizione del capogruppo in consiglio comunale, che arriva a chiedere l'interruzione dei rapporti tra il Comune e la maggiore


In calce al nostro articolo, la sorprendente presa di posizione del capogruppo in consiglio comunale, che arriva a chiedere l'interruzione dei rapporti tra il Comune e la maggiore associazione degli imprenditori. Non ci sembra che lo stesso zelo e gli stessi toni minacciosi siano stati usati per vertenze cento volte più imporntanti, come, ad esempio, quella di Firema.   CASERTA - Sorprendente. Questo l'aggettivo adatto per valutare la posizione assunta dall'Udc di Caserta sulla vicenda dei quattro licenziamenti dei dipendenti di Unione Industriali, di cui Casertace ha scritto in esclusiva martedì scorso. Il capogruppo in consiglio comunale Pierpaolo Puoti usa toni perentori, per invitare l'amministrazione comunale ad intervenire perchè Unione Industriali receda da una decisione già presa. Nel panorama delle vertenze occupazionali, questa creatasi all'interno della struttura di Unione Industriali, pur contenendo un significato emblematico sicuramente originale, non è certo la principale. E allora, perchè tutto questo zelo da parte del partito di Zinzi, che arriva a chiedere al Comune di Caserta l'interruzione dei canali privilegiati che il comune capoluogo ha instaurato con Confindustria e con il Presidente Morelli? Paghi della notizia pubblicata in esclusiva, non avevamo più considerato una priorità l'approfondimento del caso. E infatti, avevamo scritto la notizia al buio enunciando il fatto e il principio ad esso sotteso, senza informarci neppure sui nomi dei 4 licenziati. Ora che Zinzi, però, lancia questo affondo nei confronti di Morelli, dobbiamo attrezzarci da par nostro. Fino ad ora, l'unico nome che conosciamo dei licenziati è quello dell'addetto stampa Antonio Arricale, che ha vissuto le epoche coppolian-crispinian-cicalian-dellagattiane. A meno che non ci sia sfuggito qualche passaggio, e non è escluso, in considerazione della nostra cupa ignoranza in materia ricottistica, Arricale non ci sembra tanto vicino e tanto collegato a Zinzi al punto da giustificare una sortita tanto vigorosa quanto anomala da parte dell'udc. Poi, magari, ci sbagliamo, ma questo lo potremo scoprire solo quando avremo stabilito, non solo l'identità, ma anche le subordinate, attinenti al casato politico degli altri tre licenziati. Vi faremo sapere. Gianluigi Guarino QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DEL CAPOGRUPPO UDC NEL CONSIGLIO COMUNALE DI CASERTA, PIERPAOLO PUOTI   Al sig.Presidente del Consiglio Comunale di Caserta   Oggetto: ODG emergenza occupazionale Confindustria Caserta   Visto che la Confindustria di Caserta ha emesso provvedimenti di licenziamento per quattro dei propri dipendenti in organico, giustificandoli con l’esigenza di contenimento dei costi; ritenuto che il segnale offerto dall’associazione imprenditoriale casertana che riduce le proprie spese licenziando il personale rappresenta un pericoloso precedente per il mondo imprenditoriale; considerato che la confindustria locale svolge ruolo istituzionale nei avoli di confronto  soprattutto in tema di emergenza occupazionale e di sviluppo; ritenuto necessario porre in essere ogni azione per la salvaguardia dei livelli occupazionali a cominciare dalla confindustria di Caserta; visto che il licenziamento in tronco, da quanto si apprende, al di fori cioè del più elementare percorso di tutela assistenziale dei quattro dipendenti, è la migliore risposta che la confindustria sa dare alla crisi, e che tale comportamento la dice lunga sul ruolo che l’associazione degli industriali dice di avere come di motore dello sviluppo e della crescita del nostro territorio ; fa voti che il comune di Caserta intervenga alla luce dello stato di crisi occupazionale per una opportuna mediazione di tutela dei livelli occupazionali e che, in mancanza, deve essere riconsiderato il rapporto di partner privilegiato finora attribuitole dalla  Amministrazione Comunale di Caserta. Caserta 01.02.14 Dr. Pierpaolo Puoti Capogruppo UDC Comune di Caserta