Sport

BASKET. JUVECASERTA, Molin ti vuole concentrata

La settimana che ha preceduto la trasferta di Milano ha registrato la buona condizione di forma dei ragazzi di Molin “Ci mancano ancora sei punti per essere matem


La settimana che ha preceduto la trasferta di Milano ha registrato la buona condizione di forma dei ragazzi di Molin “Ci mancano ancora sei punti per essere matematicamente salvi”. Coach Molin, in versione pompiere, vuole spegnere le scintille di eccessivo entusiasmo che sa, per esperienza, quanto possono rivelarsi pericolose per la sua squadra. La partita con Pesaro ha messo in cassaforte la salvezza e le parole dell’ex assistente di Ettore Messina sono da intendere come uno sprono alla squadra a non abbassare la tensione, a non credere che da adesso in poi la strada sia in discesa, perché questo gruppo ha dimostrato di soffrire sempre dal punto di vista psicologico quando si è trovata nelle condizioni di poter guardare avanti verso un obiettivo superiore alla salvezza. La settimana di allenamenti in casa bianconera si è svolta nel migliore dei modi: Roberts ha saltato l’allenamento di martedì per la botta al ginocchio subita domenica ma sembra essersi ripreso al meglio ed è segnalato in grande forma mentre Vitali ha recuperato dall’attacco influenzale che lo aveva costretto a saltare la partita con la VL. Molin ieri, stimolato dai giornalisti, si è soffermato sulla discontinuità di rendimento di Chris Roberts ipotizzando che possa essere dovuta ad inesperienza ed immaturità fisiologica per un ragazzo che per la prima volta si ritrova a giocare in Europa. La guardia americana ha mostrato lampi di grandissimo talento ma non lo ha fatto sempre. E sul giudizio della stagione finora sicuramente pesa il grande avvio di stagione che ha spinto la piazza ad aspettarsi da lui grandi cose e quindi a vedere come brutte prestazioni invece che potevano essere considerate sufficienti. Il fatto di andare sul campo di un avversaria così oggettivamente più forte potrebbe avere due possibili ripercussioni: tanto la Juve potrebbe presentarsi al Forum con la mente già alla pausa per le Final 8 e bissare l’ultima prova offerta in terra lombarda contro Cremona oppure potrebbe, con la mente libera e senza pressioni, andare a giocare una grande partita a viso aperto. La sosta potrebbe restituire a coach Molin una squadra con una diversa carica psicologica per lo sprint finale verso la salvezza matematica ed il sogno playoff. La corsa ai playoff non dovrebbe passare dalla partita di domenica ma in caso di vittoria lo scontro diretto con Reggio Emilia tra due settimane potrebbe lanciare la Juve verso la post season. Ma, come si affanna a ricordare da inizio stagione Molin, non bisogna fare calcoli e bisogna sempre tenere alta la concentrazione. Emanuele Terracciano