Cronaca Nera

CAMORRA - Imponevano società di vigilanza ai commercianti di LUSCIANO, 11 ordinanze per affiliati al clan Di Cicco

L'operazione, eseguita dai Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa, è attualmente in corso nelle province di Caserta e Asti. CLICCA QUI PER LEGGERE del blitz dello scors


L'operazione, eseguita dai Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa, è attualmente in corso nelle province di Caserta e Asti. CLICCA QUI PER LEGGERE del blitz dello scorso 15 gennaio   AVERSA - Nella mattinata odierna, nelle province di Caserta ed Asti, i Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 11 indagati, affiliati al clan “dei casalesi - fazione Bidognetti”, operante nell’agro aversano e ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione,  illecita concorrenza con violenza e minaccia, illecito porto e detenzione di armi, con l’aggravante del metodo mafioso. L’indagine è stata condotta dal citato Reparto dall’aprile del 2013 al novembre dello stesso anno, attraverso attività tecniche, nell’ambito di un’ampia attività investigativa che aveva delineato un solido quadro indiziario che, il 15 gennaio 2014, aveva già portato all’esecuzione di fermi di indiziato di delitto nei confronti dei medesimi indagati. Inoltre l’attività svolta ha consentito di ricostruire il nuovo assetto geo-criminale della fazione “bidognetti” del clan con l’individuazione dei referenti locali sul comune di Lusciano. Documentare numerosi episodi di imposizione di servizi di vigilanza privata mediante sottoscrizioni di contratti in danno di imprenditori del comune di Lusciano, nonché numerosi episodi estorsivi in danno di imprenditori costretti a versare rate in occasione delle canoniche festività. Degli 11 provvedimenti restrittivi, 10 saranno notificati in carcere ed 1 presso il proprio domicilio, nei confronti di altrettanti indagati, già ristretti per altra causa. I NOMI Luigi Cammisa di Lusciano; Francesco Cilindro; Carlo De Simone di Napoli, ma residente ad Aversa; Giuseppe Di Cicco di Lusciano; Luciano Di Cicco di Lusciano; Alfonso Fabozzo di Aversa; Armando Antonio Ferrara di Lusciano; Giosuè Palmiero di Aversa: Pasquale Panfilla di Aversa: Samir Sassaui residente a Santa Maria Capua Vetere; Giuseppe Tessitore di Aversa; Il dodicesimo arrestato, Daniele Petrillo di Napoli, si è già visto notificare l'ordinanza di custodia cautelare dalla Procura.