Sport

LEGAPRO, le altre. AVERSA brutta, passa l'Ischia. CLASSIFICA: Casertana a -1 dalla vetta

Al Bisceglia decide una rete di Cunzi nel primo tempo. Nella ripresa, normanni in 10 per l'espulsione di Suarino. Il Teramo cade in casa del Tuttocuoio e viene superato dal Cose


Al Bisceglia decide una rete di Cunzi nel primo tempo. Nella ripresa, normanni in 10 per l'espulsione di Suarino. Il Teramo cade in casa del Tuttocuoio e viene superato dal Cosenza, raggiunto dalla Casertana. Tutte le partite commentate, la classifica aggiornata ed il prossimo turno AVERSA NORMANNA-ISCHIA 0-1 AVERSA NORMANNA (4-4-2): Russo; Balzano (85’ Varsi), Prevete, Porcaro, Esposito; Comini (67’ Di Vicino), Gatto, Suarino, Galizia; Vicentin, Orlando (77’ Majella). A disposizione: Salese, Gennari, Nocerino, Romano. Allenatore: Di Costanzo ISCHIA (4-4-2): Mennella; Finizio,Rainone, Mattera, Tito; Armeno (85’ Liccardo), De Francesco, Alfano, Conte (64’ Di Maio); Cunzi, Scalzone (73’ Austoni). A disposizione: Pane, Pedrelli, De Giorgi, Marinaro. Allenatore: Porta ARBITRO: Perotti di Legnano (Sangiorgio ed Urselli) RETE: 37’ Cunzi NOTE: Spettatori: 700 circa. Espulso Suarino al 67’ per doppia ammonizione. Ammoniti: De Francesco, Scalzone, Mattera e Finizio (IS), Vicentin (AN). Calci d’angolo: 1-1. Recupero: 0’ pt e 5’ st Doveva  essere la partita dell’allungo, forse decisivo. E’ stata la partita del sorpasso. L’Aversa Normanna si fa battere in casa dall’Ischia e viene superata in classifica dagli isolani e scivola all’ottavo posto, in coabitazione con altre due formazioni. Brutta partita dei granata che raramente impensieriscono Mennella, subiscono la rete di Cunzi nel primo tempo e non riescono a rimontare nella ripresa, anche per l’espulsione di Suarino a metà secondo tempo. Vittoria meritata invece degli ischitani, rivitalizzati dopo il cambio di allenatore. Nell’Aversa Normanna, confermato l’esordio dal 1’ di Russo. In difesa confermato Prevete al fianco di Porcaro. Vicentin viene preferito a Di Vicino e così è 4-4-2 e non 4-2-3-1. Di Girolamo non è nemmeno in panchina. L’Ischia si schiera anch’essa con un 4-4-2 con Finizio terzino destro e Rainone al centro della difesa. Il terzino sinistro è invece Tito. A centrocampo c’è Conte sulla sinistra mentre in attacco c’è Cunzi. E’ l’Ischia a partire meglio: Cunzi si invola verso la porta ma viene fermato dall’uscita di Russo. Gli ospiti protestano per un presunto fallo in area di rigore ma l’arbitro fa segno di proseguire. Al 10’ la reazione granata: punizione di Suarino per la testa di Porcaro e palla a lato di un soffio. Non succede nulla fino al 25’ quando ci prova Gatto da lontano ma la palla finisce a lato non di molto. Al 37’, improvviso, arriva il vantaggio isolano: Scalzone serve al limite dell’area di rigore Cunzi che, entrato in area, trafigge Russo. Al 42’ lo stesso Cunzi va vicino al raddoppio ma il suo tiro da ottima posizione è lento e Russo para senza difficoltà. Un minuto è ancora lo scatenato attaccante ospite a mettere ancora una volta i brividi al Bisceglia, su calcio di punizione di Mattera: palla a lato di un soffio. Il secondo tempo comincia con i granata decisi ad acciuffare il pareggio. Al 49’ colpo di testa di Orlando, sugli sviluppi di un calcio di punizione di Gatto, e palla a lato di pochissimo. Al 57’, su azione di calcio d’angolo, torre di Prevete ma né Orlando né Vicentin trovano il tap in vincente. A metà ripresa si complica la partita dei granata: fallo di Suarino su Cunzi e secondo giallo per il mediano granata. Entrano Di Vicino per Comini e Varsi per Balzano. All’89’ occasionissima per Majella che viene anticipato da un difensore su un cross di Esposito. Nel recupero un calcio di punizione dalla distanza sorprende Mennella che esce a vuota ma un difensore ischitano riesce a spazzare. Cosenza-Vigor Lamezia 3-0 Il Cosenza stravince il derby con la Vigor Lamezia: 3-0 il finale grazie alla doppietta di De Angelis ed al goal di Calderini e Lupi di nuovo in testa in solitaria. La squadra di Cappellacci ha costruito la sua vittoria sul gol-lampo di De Angelis dopo appena cinque minuti, su azione dalla fascia di Alessandro. La Vigor ha reagito ma ha aperto praterie nel suo pacchetto arretrato. I Lupi sono stati bravi ad approfittarne al 61’ quando il raddoppio di De Angelis su assist di Asante ha virtualmente chiuso la gara, anche se l’espulsione di Pepe a dieci minuti dalla fine aveva messo un po’ di apprensione. Il sigillo finale di Elio Calderini ha trasformato la vittoria in goleada, dopo uno svarione della difesa ospite. Tuttocuoio-Teramo 2-0 Capolista al tappeto sul campo del Tuttocuoio. La meritata affermazione dei madroni di casa è siglata dalla doppietta di De Angelis. Messina-Castel Rigone 2-0 Una doppietta di Costa Ferreira regala la vittoria al Messina. Una vittoria sofferta ma meritata contro il Castel Rigone. Nella prima frazione di gioco, Messina un po’ contratto e timoroso al cospetto di un Castel Rigone più aggressivo. Nella ripresa però i giallorossi cambiano marcia. Il gol arriva al 72’ quando supera il subentrato Zucconi con una rasoiata dai 25 metri che s'insacca sulla destra. Il giocatore di origini portoghesi realizza il 2-0 al 92' quando batte l'estremo difensore umbro con una botta dalla lunga distanza.Messina-Castel Rigone 2-0 Una doppietta di Costa Ferreira regala la vittoria al Messina. Una vittoria sofferta ma meritata contro il Castel Rigone. Nella prima frazione di gioco, Messina un po’ contratto e timoroso al cospetto di un Castel Rigone più aggressivo. Nella ripresa però i giallorossi cambiano marcia. Il gol arriva al 72’ quando supera il subentrato Zucconi con una rasoiata dai 25 metri che s'insacca sulla destra. Il giocatore di origini portoghesi realizza il 2-0 al 92' quando batte l'estremo difensore umbro con una botta dalla lunga distanza. Foggia-Melfi 2-2 Termina in parità la partita tra Foggia e Melfi. Ai pugliesi non basta il doppio vantaggio maturato nel finale del primo tempo con le reti di Colombaretti al 41’ e Quinto al 45’. Nella ripresa infatti, nel giro di sei minuti, arrivano le reti che riportano in parità l’incontro di Tortori al 69’ e Marolda al 75’. I pugliesi falliscono così l’opportunità di portarsi ad un solo punto di vantaggio dalla vetta della classifica, ora occupata dal Cosenza: restano a -3 dalla testa della graduatoria, alle spalle anche di Casertana e Teramo, due punti avanti i satanelli.  Il Melfi invece resta al sesto posto, in coabitazione con l’Ischia, a +1 sulla nona. Poggibonsi-Sorrento 1-0 E’ una rete di Ferri Marini a decidere la vittoria del Poggibonsi sul Sorrento. La rete decisiva arriva al 61’ e permette ai toscani di agganciare l’Aversa Normanna ed il Chieti all’ottavo posto, ultima posizione utile per la LegaPro unica senza passare per i play-out. Il Sorrento invece resta quint’ultimo Chieti-Aprilia 1-0 Il Chieti batte l’Aprilia grazie ad un calcio di rigore trasformato al 35’ da Guidone.  I laziali hanno giocato in 10 gli ultimi dieci minuti, dopo che il portiere Ragni ha beccato la seconda ammonizione. Con questa vittoria i rossoneri raggiungono l’ottavo posto, sa pur in coabitazione con Aversa Normanna e Poggibonsi mentre l’Aprilia resta al quart’ultimo posto insieme al Martina. Tuttocuoio-Teramo 2-0 (seguono aggiornamenti) Gavorrano-Arzanese 2-1 giocata ieri Redazione sportiva CLASSIFICA: Cosenza 39; CASERTANA e Teramo 38; Foggia 36; Castel Rigone, Ischia e Melfi 29; AVERSA NORMANNA, Poggibonsi e Chieti 28; Vigor Lamezia e Tuttocuoio 27; Messina 25; Sorrento 23; Martina e Aprilia 22; Arzanese e Gavorrano 17 PROSSIMO TURNO: CASERTANA-Ischia; Sorrento-AVERSA NORMANNA; Arzanese-Cosenza; Teramo-Gavorrano; Foggia-Tuttocuoio; Castel Rigone-Poggibonsi (sabato 14.30); Melfi-Chieti; Vigor-Lamezia-Martina; Aprilia-Messina