Cronaca Bianca

ESCLUSIVA CASERTA, i Caprio non si rassegnano e vogliono l'en plein: ricorso al Tar sulla gara Piu da 10 milioni di euro

Ci sarebbe un problema di avvalimento da parte dell'Ati che si è aggiudicata la gara dell'infrastrutturazione del Policlinico. Sullo sfondo ci sono anche le azioni clamorose che


Ci sarebbe un problema di avvalimento da parte dell'Ati che si è aggiudicata la gara dell'infrastrutturazione del Policlinico. Sullo sfondo ci sono anche le azioni clamorose che potrebbero mettere muovere la famiglia Patriciello. CASERTA- Questa volta non formuleremo giudizi e considerazioni su quello che la famiglia di Casal di Principe Caprio, pesantissimamente insediata a Caserta, dove macina fatturati vertiginosi grazie solamente alle commesse pubbliche, garantite da una serie irresistibile di vittorie nelle gare di appalto più importanti e meglio remunerate degli ultimi tempi. Rimandando ad altri momenti nuove valutazioni, ci limitiamo a fornire ai tanti nostri lettori, che seguono con passione le questioni relative agli appalti pubblici, le ultime novità sulla madre di tutte le gare del Piu Europa, cioè su quella di dieci milioni di euro delle infrasrutturazione del policlinico, a partire dalla costruzione della stazione della metropolitana regionale nella zona della ex Saint Cobain. Il gruppo di Caprio è arrivato secondo, ma è già pronto a presentare ricorso al Tar, in quanto avrebbe ravvisato delle irregolarità sugli avvalimenti (sezione passaggio di requisiti da una azienda all'altra) presentati dall'Associazione temporanea di imprese laziale che si è aggiudicata la gara. Promettiamo ai nostri lettori, quando sua eccellenza Maurizio Mazzotti si deciderà a rendere pubblici gli atti, un'approfondimento tecnico della questione. Ma già da ora possiamo affermare che se, effettivamente si dovessero riscontrare delle carenze, relative alla docomentazione degli avvalimenti, ci troveremo di fronte a un fatto clamoroso e anche imprevedibile, visto che Maurizio Mazzotti, l'onnipotente responsabile unico di tutti i procedimenti, incredibile ma vero, delle 5 gare del Piu Europa, di procedure come queste, nella sua vita professionale, giunta indenne alle soglie della pensione, ne ha fatto forse a migliaia. Dunque, i Caprio sperano ancora di piazzare l'en plein e di vincere tutte le gare del Piu dopo essersi aggiudicati quelle del Global Service, della manutenzione stradale e della manutenzione del verde pubblico. Ma la vicenda di questa gara non si definirà solo con l'esito del ricorso amministrativo presentato dagli imprenditori di Casal di Principe. Altri imprenditori, precisamente Patriciello, arrivati addirittura quarti, sono usciti sul piede di guerra per una complicata e non chiarissima questione, riguardante informazioni, che loro ritenevano riservatissime e che, invece, sono state adoperate anche dalle altre imprese partecipanti, come parte integrante delle loro offerte. Gianluigi Guarino