Cronaca Bianca

CORPORA, l'orgoglio dell'innovazione: modernissima maschera in carbonio protegge lo zigomo fratturato di un calciatore del Napoli

E' stata studiata e progettata nello stabilimento di Gricignano. In calce all'articolo la scheda tecnica del prodotto CASERTA - La ricerca, ispirata da una traccia e da un'atti


E' stata studiata e progettata nello stabilimento di Gricignano. In calce all'articolo la scheda tecnica del prodotto CASERTA - La ricerca, ispirata da una traccia e da un'attitudine mentale, prima ancora che legata alla necessità aziendale, rappresenta una rarità in questo territorio, dove i processi produttivi sono ancorati, purtroppo, a forme tradizionali e, troppo spesso, obsolete sia per quel che riguarda le lavorazioni dei prodotti finiti, sia, e questo è ancor più grave, nell'erogazione dei servizi che qui tutto sono fuorché avanzati. Quando si incrociano, allora, casi come quelli di nuovi prodotti, che si fanno spazio in segmenti di domanda molto autorevoli ed esigenti, si finisce per imbattersi nella proverbiale mosca bianca. E la mosca bianca non può non far notizia. Mosca bianca, in questo caso, avvolta da un mantello nero: quello del carbonio, base costitutiva di una maschera di ultimissima generazione, che la Corpora ha messo a punto per le necessità di un giovane e promettente calciatore della Primavera del Napoli, il quale, poco tempo fa ha subito una frattura allo zigomo. Un problema serio che gli avrebbe imposto la sospensione della sua attività agonistica, se il prodotto dell'azienda di Gricignano diretta da Alfonso Schiavone, non si fosse dimostrato totalmente affidabile per proteggere il viso del calciatore in caso di ulteriori colpi che, si sa, durante una partita di calcio, possono arrivare soprattutto dentro a quei mischioni, a quelle arene accanite che diventano le aree di rigore quando si calcia un corner o si mette al centro un cross originato da un calcio piazzato. Rispetto alle altre maschere in commercio, quella della Corpora ha una caratterizzazione originale, proprio perché è più evoluta, proprio perché risponde alla necessità di protezione che ha il viso di un fratturato e non di un semplice contuso. D'altronde, se una squadra di serie A l'ha voluta utilizzare su un suo atleta, vuol dire che siamo di fronte a una eccellenza assoluta. Corpora è un importante sponsor di Casertace anche e soprattutto perché è un'azienda di questo livello. Redazione  Sportiva   NEL DETTAGLIO TUTTE LE CARATTERISTICHE DELLA MASCHERA IN CARBONIO:
  • Mascherina per la protezione dello zigomo dx;
  • Il naso è stato liberato il più possibile;
  • E’ possibile costruirla anche per la protezione del setto nasale;
  •  È stata creata su misura dell’assistito, le misure sono state rilevate da scanner  4D;
  • Alcuni punti della mascherina possono essere smussati ed adattati il più possibile all’assistito per una maggiore comodità;
  • Per la realizzazione di questa mascherina sono stati usati 5 fogli di carbonio (STUOIA) e con lavorazione tramite RESINATURA;
  • materiali anallergici
  • Tempo di realizzazione circa 1 giorno e mezzo