Cronaca Nera

IL CONSIGLIO COMUNALE DI MONDRAGONE - ORE 00.02 - Piazza e Conte si dichiarano indipendenti di Caldoro. Dopo due ore Napoletano mette spalle al muro il sindaco, ma la maggioranza del ribaltone vota contro le riduzioni e le rateizzazioni Tares proposte da

Presenti tutti i consiglieri comunali. Il socialista incassa il plauso dell'assemblea a scapito del sindaco e Cennami sceglie la strada del confronto moderato di Max Ive e Wal


Presenti tutti i consiglieri comunali. Il socialista incassa il plauso dell'assemblea a scapito del sindaco e Cennami sceglie la strada del confronto moderato di Max Ive e Walter De Rosa Agg.00.02 - Pochi istanti fa il consiglio comunale ha deciso di recepire e votare la mozione della Tares dopo poco più di 2 ore di dibattito. La maggioranza del ribaltone Schiappa Cennami ha votato compatta contro l'interpellanza consiliare delle opposizioni, quindi ha bocciato tutte le proposte di riduzione e di rateizzazione della Tares che erano state avanzate. La scelta politica è stata chiara. Svilire l'azione dei consiglieri che hanno sottoscritto l'interpellanza, e nel contempo l'esecutivo si è assunto la responsabilità politica di non adottare, col voto consiliare quelle richieste provenienti dai cittadini di Pescopagano, dai pescivendoli e dai commercianti colpiti dall'aumento delle tariffe stabilite per la Tares. Il no è stato secco e perentorio.   Agg.23.47 - Pensavamo di aver finito la nostra giornata lavorativa scrivendo di un noioso confronto politico sull'irricevibilità della mozione delle minoranze sulla Tares, nella quale si chiede alla giunta di alleggerire il carico fiscale e le tariffe sui mondragonesi. In un organo sovrano come il Consiglio comunale sono stati posti dei dubbi sulla possibilità di votare su una proposta politica... Nel contempo abbiamo dovuto aprire il computer, collegarci e scrivere dell'azione politica del consigliere Agostino Napoletano che con delibera e mozione alla mano ha accusato l'esecutivo di aver aumentato esponenzialmente le teriffe sui contribuenti mondragonesi, ponendo il sindaco Schiappa davanti ad un bivio sulla questione del parere negativo a discutere dell'interpellanza. "I cittadini devono sapere se sei contrario o a favore di un alleggerimento fiscale della Tare? Punto!". Lo scontro con la fascia tricolore è diventato più duro quando all'improvviso il sindaco e alcuni assessori, ad esclusione della Barbato, di Covino e di Bertolino, hanno lasciato l'aula per sostare sulle scale. Al suo rientro vi è stato un confronto serrato sempre tra Napoletano e il sindaco, nel quale il socialista ha ottenuto pure il plauso dell'assemblea a scapito del primo cittadino.     Agg.23.00 - Siamo costretti a fermarci qua e rinviato il tutto ad un articolo approfondito domani mattina, giovedì, in quanto la notte consiliare si prospetta molto lunga. Dopo il comizio introduttivo di Schiappa e alcuni passaggi politici, i rappresentanti del parlamentino locale si stanno ancora confrontando sulla legittimità o meno, sulla irricevibilità o meno della mozione-interpellanza sulla Tares proposta dalle minoranze  e sui pareri tecnici riguardo la rateizzazione dell'imposta. In questo momento sta parlando Cennami, ma prima il consigliere Napoletano è stato costretto a leggere lui la proposta consiliare posta dalle opposizioni.   Agg.22.11 - Alla fine vi è stata l'inversione degli argomenti posti all'ordine del giorno. Il caso Tares che era l'ultimo è diventato il primo. In questo momento hanno preso la parola i consiglieri Agostino Napoletano e Luigi Mascolo, sull'interpellanza che ha per oggetto proprio la discussa tassa che è stata al centro di forti polemiche politiche per come è stata applicata. Napoletano si è subito mostrato critico nei confronti del sindaco e dell'esecutivo che non avrebbero nemmeno letto il testo dell'interpellanza dando parere negativo alle controdeduzioni dell'opposizione. Nel contempo i consiglieri Giuseppe Piazza e Michele Conte si sono dichiarati in Consiglio comunale indipendenti, ma vicini al presidente della Regione Stefano Caldoro, asserendo di vivere un momento di "riflessione politica". Agg.21.57 - 4 secondi fa Mario Fusco, presente nell'aula consiliare ha commentato così un passaggio dell'intervento del sindaco sulla questione differenziata "Ci siamo riusciti, finalmente anche il Sindaco ex-FI, ex PdL,  ha annunciato di voler credere nella raccolta differenziata e ha annunciato anche di voler realizzare il Centro per l'Ambiente. Se si pensa che solo qualche anno fa, affermavano che la differenziata era solo una bufala e che mai avrebbe aiutato a superare l'emergenza rifiuti e ad abbassare il costo del ciclo integrato dei rifiuti, vuol dire che una piccola rivoluzione culturale l'abbiamo fatta". MONDRAGONE - Mentre scriviamo sono le 21.30 e il sindaco di Mondragone, Giovanni Schiappa sta tenendo un vero e proprio comizio sulla questione Tares in un consiglio comunale che non ha ancora affrontato il primo argomento posto all'ordine del giorno. Il tutto è stato considerato come un'introduzione al Consiglio. Fatto sta che il caso Tares era uno degli ultimi argomenti posti all'ordine del giorno della pubblica Assise. Presenti in aula tutti i consiglieri comunali. Se il confronto politico dovesse dilungarsi non sappiamo, poi, se gli ultimi argomenti saranno affrontati.