Sport

CALCIO, serie D. MARCIANISE: avanti tutta per la LegaPro

Ieri il d.g. ha strigliato la squadra dopo la brutta partita con la Real Hyria. "Non sono ammessi più passi falsi". Incontro comune-società davanti alle telecamere di Stirpe Mar


Ieri il d.g. ha strigliato la squadra dopo la brutta partita con la Real Hyria. "Non sono ammessi più passi falsi". Incontro comune-società davanti alle telecamere di Stirpe Marcianisana, la dirigenza gialloverde soddisfatta per "l'impegno preso dal comune" Ripresa degli allenamenti all’insegna della strigliata dirigenziale per il Progreditur Marcianise. Dopo la sconfitta in casa della Real Hyria, la terza nelle ultime quattro partite, il d.g. Salvatore Bruno D’Anna ha tenuto a rapporto la squadra. “Non sono più ammessi passi falsi, ora che inizia un nuovo campionato. Bisogna invertire la rotta e tornare la squadra che tanto ha impressionato nel girone d’andata. Abbiamo il dovere di provare ad andare in Lega Pro”, questo il sunto del patto siglato nello spogliatoio, dopo un duro confronto. A darne notizia è il sito ufficiale della società gialloverde. A far sbottare i vertici societari forse è stata la brutta partita di Vico Equense. Mentre a Taranto e Francavilla si poteva anche perdere, visto il valore delle avversarie che comunque lottano con il Marcianise per la vittoria del campionato, contro la squadra di Cioffi si è vista una formazione spenta, senza idee, senza cattiveria agonistica, senza voglia di lottare, senza volontà di lottare.” Una squadra che vuole far parlare di sé – ha sottolineato il dg –  non può essere così spenta ed evanescente. Si può perdere, perché è un campionato difficilissimo, ma non in questo modo, senza grinta e determinazione. Siamo in un momento delicato della stagione – ha continuato D’Anna – la salvezza è oramai cosa fatta: ora abbiamo due alternative davanti a noi: provare a far nostro questo campionato o fare questi altri 5-6 punti che ci mancano e andare in vacanza. I ragazzi hanno risposto che vogliono giocarselo, d’altronde siamo primi da 20 giornate e abbiamo il dovere di provarci. Da ora inizia un nuovo campionato per noi – ammonisce – abbiamo siglato un patto tra tutte le componenti, da oggi non sono più ammessi errori e soprattutto figuracce come quelle di domenica scorsa”. Anche perché poi sembra sia stato trovato l’accordo tra società e comune per fare fronte unico in vista di un’eventuale Lega Pro. Quello organizzato ieri sera dal sito Stirpe Marcianisana è stato un confronto proficuo tra le due società, che ha sgomberato definitivamente nuvole e perplessità sul futuro del calcio gialloverde. “Il progetto a lungo termine – ha affermato il presidente Raffaele D’Anna – lo abbiamo annunciato tre anni fa e lo stiamo mantenendo. Avevamo chiesto che amministrazione e tifosi ci seguissero e la prima ci aiutasse con le strutture. Abbiamo avuto la necessità di allenarci altrove, pagando le strutture perché non ce n’erano. Si potrebbe compensare con una contribuzione. In caso di vittoria del campionato, siamo pronti a costituire una società giuridica ma avremo le strutture adatte per non richiuderla subito dopo? Chiedo aiuto all’amministrazione per coinvolgere tutti”.  “I primi a sostenere – ha dichiarato l’assessore allo sport Biagio Tartaglione - la squadra e far si che il progetto sia a lungo termine devono essere i tifosi. Ma anche l’amministrazione De Angelis farà la sua parte, già ci sono stati incontri nei giorni scorsi con la squadra per sviluppare un progetto a lungo termine. Per il futuro senz’altro faremo la nostra parte, nel rispetto di altre priorità. Ma una società ambiziosa deve reperire nuovi soci e darsi una struttura dirigenziale adatta. L’amministrazione deve pensare alle strutture, ascolterà la società per quanto riguarda i suoi compiti istituzionali, senza andare oltre le altrui competenze. Non posso promettere contribuzioni ma attenzione nei prossimi anni. Oggi lo stadio non è adatto alle esigenze ma nell’arco dei 5 anni di questa amministrazione si concretizzerà l’ipotesi nuovo stadio e già abbiamo fatto un piccolo passo: la formalizzazione di una richiesta ufficiale della società. Presto daremo delle risposte ufficiali. Daremo alla società una mano importante, mettendo a disposizione un’area su cui costruire il famoso stadio per i campionati superiori e le nostre competenze. Oggi il momento è favorevole, vista la legge sugli impianti. Ho preso contatti per capire come accedere a fondi per la riqualificazione degli impianti sportivi. Intanto ho mandato una nota agli uffici competenti per programmare i lavori per l’adeguamento dello stadio alla LegaPro, già dal prossimo anno. Nel prossimi giorni sarà fatto uno studio di fattibilità. Aspettiamo dall’ufficio competente una risposta. Chiederemo ai gruppi commerciali presenti sul nostro territorio di aiutare la squadra, da cui potranno trarre benefici. Già mi sto muovendo per trovare qualche contributo già da quest’anno. Dateci fiducia, perché tutti abbiamo gli stessi obiettivi. Lo sport è tra le nostre priorità. E domenica sarò allo stadio a tifare Marcianise in una partita importante”. Un incontro più che soddisfacente ed infatti la società ha dimostrato tutta la sua soddisfazione dopo l’apertura concreta promessa. “L'Asd Progreditur Marcianise – si legge in una nota – esprime la propria soddisfazione per l'apertura e la disponibilità promessa nell'importante 'faccia a faccia' avutosi ieri. Un confronto proficuo, in quanto il progetto a lungo termine, promesso già da qualche anno dal patron del Marcianise, ora con il concreto aiuto delle istituzioni marcianisane potrebbe realmente spiccare il volo. Alla fine si è arrivati al tanto atteso accordo”. Redazione sportiva