Politica

CASERTA - Il sindaco Del Gaudio rintanato nella sua stanza. La sua assenza fa mancare il numero legale. Figuraccia sul tema della Terra dei Fuochi

Diverse assenze tra i banchi della maggioranza, ma se il primo cittadino fosse andato in aula, con 11 consiglieri presenti, anche le minoranze sarebbero entrate e la Seduta si sar


Diverse assenze tra i banchi della maggioranza, ma se il primo cittadino fosse andato in aula, con 11 consiglieri presenti, anche le minoranze sarebbero entrate e la Seduta si sarebbe svolta CASERTA - Sarebbe bastato che il sindaco Del Gaudio uscisse dalla sua stanza e raggiungesse l'aula consiliare. Con lui, infatti, sarebbero stati 11 i consiglieri comunali presenti e Caserta avrebbe evitato la figuraccia del disinteresse e dell'ignavia rispetto a un tema tanto importante, come quello della Terra dei Fuochi. Un tema da non discutere accademicamente ma da affrontare affinchè dal Comune di Caserta fosse finalizzata una proposta da utilizzare negli emendamenti che verranno presentati, anche dal Governo, nella fase di conversione in legge del decreto varato dall'Esecutivo più di un mese fa. E invece niente. I temi scottanti e seri di questo territorio, quelli che attentano ogni giorno alla tranquillità e alla serenità di queste genti, che si chiedono se creperanno o no di tumore, sono stati sacrificati, sapete a che cosa? Al problema cruciale di destini del mondo e della città di Caserta di quali donzelle dovranno entrare nella commissione Pari Opportunità e da chi la medesima dovrà essere presieduta. Non c'è accordo di maggioranza, non c'è accordo di minoranze, che ora sono due, dopo il passaggio all'opposizione dell'UDC. E hanno pure il coraggio di fare le querele a Casertace. Questa politica è da cestinare.   Gianluigi Guarino