Cronaca Bianca

MARCIANISE - Ennesima protesta in Comune. De Angelis e Biagino Tartaglione non si presentano all'appuntamento, i disoccupati: "Stanotte occuperemo il Municipio"

Sembra che il sindaco e l'assessore alle Attività Produttive siano stati urgentemente convocati in Regione     MARCIANISE - Un'altra occupazione, l'ennesima, è attu


Sembra che il sindaco e l'assessore alle Attività Produttive siano stati urgentemente convocati in Regione     MARCIANISE - Un'altra occupazione, l'ennesima, è attualmente in corso presso la casa comunale di Marcianise. A presidiare il Municipio sono ancora una volta i disoccupati marcianisani aderenti al "Coordinamento 9 dicembre", la cui protesta contro le istituzioni si fa sempre più dura e intransigente. L'occupazione di questa mattina è conseguita, secondo il loro racconto, ad un impegno disatteso dal sindaco De Angelis e dall'assessore alle Attività Produttive Biagino Tartaglione, con i quali i disoccupati avevano concordato un incontro per discutere della nascita della loro cooperativa di lavoro e della corresponsione al notaio della cifra utile alla costituzione della stessa, spettante, secondo quanto pattuito, al Comune di Marcianise. E invece, sembra a causa di un improvviso impegno in Regione, sindaco e assessore non si sono fatti trovare. I disoccupati non ci stanno più, e hanno deciso di usare il pugno di ferro. "Per il momento occupiamo l'esterno, perchè non abbiamo alcuna intenzione di perpetrare un sequestro di persona" - spiega il rappresentante Antonio Farina - ma, una volta usciti i dipendenti comunali, abbiamo tutta l'intenzione di entrare all'interno e passarci la notte". Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale a portare l'ordine e a stabilire una mediazione tra i protestanti e i vertici comunali. Sono intervenute, inoltre, a documentare l'emergenza, le telecamere di diverse emittenti locali.   Maria Concetta Varletta