Cronaca Bianca

CASERTA - Ladri di tombini: quasi un centinaio di furti e danni ingenti

Un problema al quale ancora non si è trovata una soluzione CASERTA - Ladri di tombini in azione. Negli ultimi mesi si sono registrati moltissimi furti dei supporti in ghisa


Un problema al quale ancora non si è trovata una soluzione CASERTA - Ladri di tombini in azione. Negli ultimi mesi si sono registrati moltissimi furti dei supporti in ghisa che coprono le caditoie per l’acqua piovana. Sono state contate le caditoie lasciate scoperte e risultano essere almeno 80 i coperchi mancanti. Il Comune ha già sporto denuncia alle forze dell'ordine, ma il fenomeno continua ad essere dilagante. Le voragini, però, rimangono ancora. La Cqm, l'azienda che gestisce la manutenzione delle strade in città, si occupò immediatamente della messa in sicurezza dei tombini: quelli scoperti, infatti, vennero segnalati con dei paletti avvolti da nastro segnaletico di colore bianco e rosso. Col passare del tempo, però, queste segnalazioni di pericolo e, quindi, le buche scoperte sono sempre meno visibili. Secondo il dirigente del Comune, Giovanni Natale: "il calcolo dei danni è un continuo work in progress". In pratica, non c’è giorno in cui non ci si accorge di nuovi ammanchi e i danni risultano essere in aumento. L'assessore al ramo Massimiliano Palmiero, d'altro canto, un mese fa aveva dichiarato di essere a conoscenza dell'increscioso problema e di stare procedendo alla messa in sicurezza delle buche. Palmiero aveva asserito anche di aver ordinato le nuove griglie, che sarebbero state installate prima di Natale. Ma a quanto pare, sono state promesse ancora non mantenute. E' pur vero che il ripristino dei tombini ha dei costi. Infatti, l'acquisto e l'installazione delle nuove griglie non rientra nella manutenzione ordinaria da parte del Comune, che per risolvere la questione dovrà sborsare soldi di tasca propria. Abbiamo già ricordato che le coperture rubate sono circa un'ottantina, ma la Cqm ne ha ordinate un numero maggiore per ovviare ad emergenze future. Naturalmente, per evitare altri furti, le griglie saranno direttamente saldate e l'intero costo dell'operazione dovrebbe ammontare a circa 15mila euro, non lasciando, però, neanche un euro per le strade che hanno bisogno di essere riasfaltate. Il problema, comunque, sembra tutt'altro che risolto. Infatti, i furti continuano ad essere effettuati dai ladri di ghisa, le caditoie scoperte aumentano e i soldi per ripararle sono troppi. Il meglio del peggio, se così si può dire, è l'operato dell'azienda addetta alla manutenzione delle strade che, grazie al monitoraggio dei suoi addetti ai lavori, almeno segnala prontamente agli automobilisti in circolazione, i tombini scoperti, per la loro sicurezza.   Valentina Musella