Cronaca Nera

ESCLUSIVA AGG. ORE 11.00 TUTTI I COMUNI COLPITI - FORTE TERREMOTO A CASERTA, magnitudo 4.2, epicentro ancora monti del Matese. A Piedimonte è panico. A Sessa Aurunca traffico paralizzato

 Stessi luoghi della scossa del 29 dicembre, che era stata leggermente più forte     Agg. 10.46 - Grande panico anche a Sessa Aurunca. Le lezioni scolastiche che


 Stessi luoghi della scossa del 29 dicembre, che era stata leggermente più forte     Agg. 10.46 - Grande panico anche a Sessa Aurunca. Le lezioni scolastiche che stavano per iniziare o erano iniziate da pochissimi minuti sono state immediatamente interrotte, anche perchè gli studenti al momento della scossa hanno lasciato gli edifici e si sono riversati in strada. La provinciale, via 21 luglio bloccata per traffico. Per più di un'ora telefoni e cellulari in tilt.    AGG. 10.30 - PROVINCIA DI CASERTA: Castello del Matese, Gioia Sannitica, Piedimonte Matese, San Gregorio Matese, San Potito Sannitico, Alife, Alvignano, Castel Campagnano, Dragoni, Raviscanina, Ruviano, Sant'Angelo d'Alife, Valle Agricola, Pietra Vairano, Vairano Patenora, Pietramelara, Riardo, Teano, Caianello, Presenzano, Roccamonfina, Marzano Appio, Tora e Piccilli, Conca della Campania, San Pietro Infine, SParanise, Pignataro Maggionre, Giano Vetusto, Formocola, Liberi, Baia Latina. PROVINCIA DI BENEVENTO:Cusano Mutri, Amorosi, Castelvenere, Cerreto Sannita, Faicchio, Guardia Sanframondi, Pietraroja, Puglianello, San Lorenzello, San Salvatore Telesino, Telese Terme, PROVINCIA DI CAMPOBASSO: Baranello, Bojano, Campochiaro, Colle d'Anchise, Guardia Regia, San Massimo, San Polo Matese, Sepino, Spinete, Vinchiaturo, PROVINCIA DI ISERNIA: Cantalupo nel Sannio, Macchia Godena, Rocca Mandolfi, Santa Maria del Molise   AGG. 9,50 - A seguito delle scosse di terremoto avvertite questa mattina, il sindaco di Piedimonte Matese, Vincenzo Cappello, ha disposto la chiusura di tutte le scuole e la sospensione della fiera settimanale prevista per questa mattina. "Al momento non si registrano grossi danni - dice - ma vista la situazione di criticità dovuta al sisma del 29 dicembre scorso, è già partita la macchina dei controlli da parte dei vigili del fuoco per la verifica dei danni soprattutto negli edifici già segnalati un mese fa". Non emergono segnalazioni di danni acclarati anche da altre comunità del Matese, ma, oltre al primo cittadino di Piedimonte, a emettere ordinanza di chiusura degli istituti scolastici e degli uffici pubblici per precauzione sono anche i sindaci di Letino, Alife, Gallo Matese, Fonte Greca, San Potito e Gioia Sannitica.   AGG. 9,46 - Fino ad ora sono state quattro le scosse registrate. La prima, la più forte alle 8,12, magnitudo 4.2, epicentro Piedimonte Matese, profondità 11 chilometri, che ha interessato le province di Caserta e Benevento. Poi, alle 8,21 quella di magnitudo 2.6, con epicentro sempre a Piedimonte, che ha interessato anche l'area di Campobasso. Scossa alle 8,46, ma lieve, magnitudo 1.7 ed epicentro Pietraroja nel beneventano. Infine quella delle 8,55, magnitudo 3.7, epicentro Piedimonte Matese. Il 29 dicembre scorso la magnitudo era 4.9.   AGG. 9,39 - L'assessore regionale alla Protezione civile, Edoardo Cosenza, ha sentito i sindaci di Piedimonte Matese, Castello Matese, San Potito e Gioia Sannitica: "Dalle prime verifiche effettuate sulle scuole non si segnalano ulteriori danni - spiega in una nota - ma i bambini sono stati fatti rientrare a casa. Gli ingegneri e i tecnici della Protezione civile sono a disposizione per verifiche presso la sede regionale di Piedimonte Matese".   AGG. 9,16 - Altra scossa avvertita dalla popolazione tra Caserta e Campobasso: alle 8,56 la terra ha tremato di nuovo, facendo registrare una scossa di magnitudo 3.7. Per ora non si segnalano danni. Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV sempre nel distretto dei Monti del Matese, ad una profondità di 17.9 chilometri.   AGG. 9,10 - Numerose le chiamate alla Sala operativa della Protezione civile della Regione Campania, a seguito della scossa di terremoto di magnitudo 4.2 registrata questa mattina nella stessa area della scossa del 29 dicembre scorso, tra le province di Caserta e Benevento. L'assessore regionale alla Protezione civile, Edoardo Cosenza, si sta mantenendo in contatto con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, con il prefetto di Caserta e i sindaci dell'area interessata. Sono in atto verifiche su eventuali danni. Le località prossime all'epicentro sono i comuni di Castello del Matese, Piedimonte Matese e San Potito Sannitico, nel casertano, e di Cusano Mutri (BN).   AGG. 8,54 - A Piedimonte Matese si sono rivissute le stesse scene di panico di 20 giorni orsono. Migliaia di persone sono scese in strada. Moltissime di loro, in questi minuti, si sono concentrate in piazza Roma, a pochi passi dal Comune. Le scuole erano già aperte e tutti gli studenti sono stati immediatamente evacuati. Negozi chiusi e anche il mercato del lunedì, storico appuntamento commerciale della cittadina del Matese. Naturalmente stanno per arrivare i Vigili del Fuoco per ricominciare tutte le operazioni di verifica di eventuali e ulteriori danni, che si aggiungerebbero a quelli provocati dalla scossa del 29 dicembre.   AGG. 8,48 - Secondo quanto riportato dal Centro Nazionale Terremoti dell'Ingv, le prime due scosse si sono verificate questa mattina alle 8,12, più intensa, e alle 8,21, di assestamento. Molte le chiamate giunte ai centralini delle forze dell'ordine e della protezione civile regionale. Il sisma è stato avvertito dai comuni in un raggio di 20 chilometri in provincia di Caserta, Benevento e Campobasso.   AGG. 8,30 - La scossa ha avuto intensità di magnitudo 4.2 della scala Richter. L'epicentro è stato ancora una volta individuato tra i monti del Matese, ad una profondità di 11 km e 100 metri. Dunque, una scossa leggermente meno forte di quella del 29 dicembre scorso, che era stata di magnitudo 4.9 ad una profondità di 10 km.   CASERTA - Una nuova scossa di terremoto è stata avvertita pochi minuti fa, alle 8,12, a Caserta e provincia. Le prime notizie che arrivano parlano di un nuovo sisma simile a quello verificatosi lo scorso 29 dicembre. La scossa è stata avvertita fortissimo nel Matese ed è stata accompagnata da un forte boato. Tra poco nuovi aggiornamenti.