Cronaca Bianca

LO SPECIALE TERZA ED ULTIMA PARTE - Porto di CASTEL VOLTURNO, si aspetta la firma sotto al verbale per l'inizio dei lavori. L'avvalimento di una società veneziana

Passaggi di rami d'azienda, accordo di programma, concessioni, Pit Litorale Domizio, bombe eslposive e il piano di caratterizzazione ecco tutta la storia raccontata dai Coppola ne


Passaggi di rami d'azienda, accordo di programma, concessioni, Pit Litorale Domizio, bombe eslposive e il piano di caratterizzazione ecco tutta la storia raccontata dai Coppola nella relazione tecnico illustrativa della Marina di Pinetamare Srl (CLICCA QUI PER LE ALTRE PUNTATE) SPECIALE PORTO MARINA DI PINETAMARE  di Massimiliano Ive   TERZA E ULTIMA PARTE     CASTEL VOLTURNO - Chiudiamo questa tre giorni di speciale dedicata al porto Marina di Pinetamare, pubblicando e analizzando quanto è contenuto nella parte finale della relazione tecnica illustrativa della Marina di Pinetamare Srl. La stessa, alle pagine 4o, 41, 42, 43 e 44 effettua un resoconto tecnico sulla storia amministrativa e istituzionale dell'iter burocratico che oggi, a seguito della validazione, da parte dell'Arpac, delle analisi effettuate dai privati sui sedimenti del porto, ha concluso la fase degli accertamenti previsti dal piano di caratterizzazione e ne  apre una  nuova, quella riguardante, cioè la sottoscrizione del “verbale di consegna lavori”. Proprio in questi giorni si sta lavorando alla stipula di questo verbale. In calce all'articolo potrete leggere la storia burocratica del porto di Pinetamare dal 2001 ad oggi. Dalla lettura dell'iter in questione abbiamo appreso che oltre alla vicenda del piano di caratterizzazione che sino ad oggi era considerato uno degli scogli da superare per l'avvio del cantiere, nel 2011 le parti in causa hanno dovuto anche affrontare il problema dei residui bellici, i quali  risultavano ancora presenti sulle aree dove si dovrà realizzare lo scalo. La bonifica è stata eseguita in loco 2 anni fa. Un altro aspetto che risalta agli occhi nella lettura della relazione tecnica è il fatto che  la concessionaria della gara per la realizzazione dello scalo di Pinetamare, la Marina di Pinetamare, l'11 ottobre 2011, mentre in loco si ragionava sulla partenza o meno del cantiere, comunicò alla Regione Campania la costituzione con atto notarile di una Srl, da parte della Mirabella Spa (altra società della galassia Coppola) con unico socio denominato Mirabella Pinetamare, conferendole il proprio ramo di azienda all'interno del quale sarebbe stato ricompreso la realizzazione del porto turistico. "Pertanto -viene citato nella relazione tecnica -  per effetto di tale conferimento la società Mirabella Pinetamare srl detiene la partecipazione in quota del 97% della Concessionaria Marina di Pinetamare srl". Sempre la Marina di Pinetamare, poi in data 20.05.2013, quindi mentre a Castel Volturno impazzavano dibattiti politici e associativi sempre sulla partenza dei lavori,  ha sottoscritto con la società Rossi Renzo Costruzioni srl , con sede in Marco a Venezia un contratto di avvalimento ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs 163/2006 per l’utilizzo dei requisiti relativamente alle categorie OG/ classifica VIII e parte dell’OG3 classifica VIII per l’esecuzione in proprio dei lavori, forse perchè le società di Coppola avevano bisogno dei suddetti requisiti per realizzare l'opera. A questo punto abbiamo il dovere di fermarci, in attesa che venga firmato il verbale di avvio dei lavori.      QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELL'ITER TECNICO AMMINISTRATIVO DEL PROGETTO     C) ITER TECNO-AMMINISTRATIVO E CANTIERABILITA’ DEL PROGETTO C.1 ) Iter tecno-amministrativo - In data 1 Gennaio 2002, in forza del combinato disposto degli artt. 104, 105, lett. “e” ed “l” del D.Lgs 112/98 e dell’ art. 9 Legge 88/2001, le funzioni amministrative in materia di Demanio Marittimo , in particolare per i porti di rilevanza economica regionale e interregionale, sono state conferite alle Regioni; - in tale contesto normativo, la Giunta Regionale della Campania, con Deliberazione n. 4463 del 08.11.2002, così come modificata dalla deliberazione n. 5490 del 15.11.2002, ha approvato le " Linee Programmatiche per lo sviluppo del sistema integrato della portualità turistica in Campania" all'interno del processo di pianificazione dei trasporti della Regione Campania; - con decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 2491 del 14.11.2001 è stato istituito il Progetto Integrato "Portualità Turistica" come strumento attuativo del P.O.R. Campania 2000- 2006; - nell'ambito del suddetto P.I.T. la Regione ha pubblicato sul B.U.R.C. n. 15 del 7.04.2003 un Avviso Pubblico per manifestazione di interesse per la redazione, da parte di comuni costieri anche in forma consortile e/o associata tra loro o con comuni interni, di studi di fattibilità per la riqualificazione in chiave turistica dei porti e degli approdi della Campania e/o per la realizzazione di nuovi porti; - il Comune di Castel Volturno ha partecipato al Progetto Integrato presentando uno studio di fattibilità relativo allo sviluppo turistico del porto in località Pinetamare manifestando, con nota n. 4887/LL.PP del 19.02.2004, piena disponibilità affinché lo studio de quo fosse incluso nel primo programma attuativo regionale per la portualità turistica; - in data 01-08-2003 è stato sottoscritto, previa idonea Conferenza di servizi, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 34 del D.Lgs 267/00, un Accordo di Programma tra la Regione Campania, la Provincia di Caserta, il Comune di Castel Volturno, il Comune di Villa Literno, il Consorzio 41 Rinascita r.l. e la Fontana Bleu S.p.A , avente per oggetto il “ Piano di riqualificazione per il risanamento eco-ambientale e il rilancio socioeconomico per la località Pinetamare di Castel Volturno ed aree attigue”; - con Deliberazione n. 466 del 19.03.2004, la Giunta Regionale ha approvato un "Atto di programmazione degli interventi sulla portualità turistica da realizzarsi in “project financing"; - con avviso n. 69952 è stato pubblicato sulla G.U.C.E. del 27.04.2004- supplemento n. 82- il Bando di Gara relativo al progetto per la realizzazione di un porto turistico in località Pinetamare nel Comune di Castel Volturno da realizzarsi con le procedure di cui all'art. 37 bis della legge 109/94 e ss. mm. ed ii.; - nei termini previsti dal suddetto bando è pervenuta la proposta di realizzazione in project financing di un porto turistico da realizzarsi nel Comune di Castel Volturno presentata dal proponente costituito dalle imprese associate in ATI : Mirabella Sp.A, Marina di Castello S.p.A, Servizi Turistici s.r.l. e Mirabella Hotels e Resorts; - ai sensi dell'art. 4 del citato Protocollo di Intesa, con D.P.G.R. n. 627 del 04.04.2004 è stata istituita la Commissione di valutazione che ha proceduto, ai sensi dell’art. 37 ter della legge 109/94, all’esame della proposta presentata dall’ATI Mirabella S.p.A, valutandone positivamente la fattibilità; - con Delibera di Giunta Regionale n. 1464 del 23.07.2004 è stato approvato lo schema il Protocollo d’Intesa tra la Regione Campania ed il Comune di Castel Volturno, sottoscritto in data 30.07.2004, per la realizzazione di un porto turistico in Località Pinetamare (Castel Volturno); - con Delibera G.R. n. 1734 del 06.12.2005 la proposta presentata dall’ATI Mirabella S.p.A relativa al porto turistico di Pinetamare, è stata dichiarata di pubblico interesse ai sensi dell’art. 37 ter. della legge n. 109/94 e ss.mm.ii; - con Decreto Dirigenziale n° 124 del 14/12/2006 si è preso atto della conclusione della conferenza di servizi sul progetto preliminare indetta dal Responsabile Unico del Procedimento per la realizzazione in project 42 financing del porto turistico in località Pinetamare (Castel Volturno), e delle risultanze ivi espresse; - con Decreto Dirigenziale n. 10 del 20/3/07 è stata indetta gara a procedura ristretta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per l’individuazione delle due migliori offerte da confrontare con la proposta presentata dal promotore A.T.I. Mirabella S.p.A., ai sensi dell’art. 155 comma 1, lett. a) del D.lgs. n. 163/06; - con Decreto Dirigenziale n. 60 del 13/7/07 è stato preso atto della chiusura della procedura di gara per mancanza di offerte da parte dei soggetti prequalificati, con conseguente aggiudicazione della gara in via provvisoria all’A.T.I. Mirabella S.p.A.; - con Decreto Dirigenziale n. 7 del 12/2/08 è stata aggiudicata in via definitiva la gara per l’affidamento della concessione di progettazione, esecuzione e gestione di un porto turistico e relative infrastrutture, strutture ricettive ed impianti a sostegno e completamento da realizzarsi in Castel Volturno – località Pinetamare; - in data 24/04/2008 è stata rilasciata la Concessione Demaniale n° 28 rep. n. 770 relativa ad un’area complessiva di mq 756.500 di cui mq. 220.079,00 a terra e mq. 536.421,00 di specchio acqueo per la costruzione del nuovo porto; - in data 28/04/2008 è stato sottoscritto l’Affidamento in Concessione rep. n. 14098 registrata a Napoli il 09-05-08 al n. 2038 per la realizzazione del porto turistico in località Pinetamare di Castel Volturno; - con Decreto Dirigenziale n. 8 del 12/02/2010 è stato preso atto delle risultanze relative alla Conferenza di Servizi e delle prescrizioni di cui al D.D. di Valutazione di Impatto Ambientale n. 769 del 24/09/2009 ed è stato approvato, ai sensi dell’art. 97 del D.Lgs n. 163/06 e ss.mm.ii, il progetto definitivo; - per effetto dell’approvazione del progetto definitivo con le prescrizioni sopra evidenziate è variato il costo complessivo dell’intervento dagli originari 85 ml di euro a € 162.215.927,00 di cui € 143.748.150,00 per lavori; - con nota acquisita al protocollo della Regione Campania al n. 0671645 del 43 9/08/2010 il Concessionario Marina di Pinetamare s.r.l. ha depositato il progetto esecutivo del porto; - in considerazione dell’incremento del costo dell’intervento, con note n. 1038073 del 30/12/2010 e n. 25767 del 13/01/2011, è stata avviata dal Responsabile Unico del procedimento l’istruttoria tesa ad acquisire dal Concessionario, le opportune integrazioni documentali, ivi compreso il Piano Economico Finanziario aggiornato ed asseverato a norma di legge; - con nota acquisita al protocollo della Regione Campania al n. 137218 del 21/02/2011, il Concessionario ha trasmesso le integrazioni richieste; - a seguito di verifica di conformità della progettazione esecutiva, svolta in contraddittorio tra il Responsabile Unico del procedimento, il direttore dei lavori e i progettisti, il progetto esecutivo è stato validato con apposito verbale redatto in data 07/04/2011; - con Decreto dirigenziale n. 23 del 14/04/2011 è stato approvato, ai sensi dell’art.97 del D.Lgs n.163/06 e ss. mm. il progetto esecutivo del porto turistico e relative infrastrutture, strutture ricettive ed impianti a sostegno. Con lo stesso decreto è stato presso atto che l’importo dei lavori ammonta a complessivi €143.748.150,00 al netto di IVA e delle spese, e che, ai fini della sostenibilità dell’incremento del costo delle operazioni, il Concessionario ha presentato la necessaria documentazione integrativa, ivi compreso il Piano Economico Finanziario asseverato a norma di legge. - in data 11.10.2011 la Concessionaria ha comunicato alla Regione Campania che in data 23.12.2011, con atto notarile rep.2903, raccolta n.2140, la Mirabella Spa ha costituito una società a responsabilità limitata con unico socio denominato “Mirabella Pinetamare”, conferendole il proprio ramo di azienda all’interno del quale è ricompreso la realizzazione del porto turistico “Marina di Pinetamare”. Pertanto per effetto di tale conferimento la società Mirabella Pinetamare srl detiene la partecipazione in quota del 97% della Concessionaria Marina di Pinetamare srl. - tenuto conto che la Concessionaria Marina di Pinetamare srl, ai sensi del comma 2 dell’art. 156 del D.Lgs 163/2006, intende affidare i lavori per la costruzione del porto turistico di Pinetamare alla società Mirabella Pinetamare srl, questu’ultima in data 20.05.2013 ha sottoscritto con la 44 società Rossi Renzo Costruzioni srl , con sede in Marco ( VE ) un contratto di avvalimento fai sensi dell’art. 49 del D.Lgs 163/2006 per l’utilizzo dei requisiti relativamente alle categorie OG/ classifica VIII e parte dell’OG3 classifica VIII per l’esecuzione in proprio dei lavori. C.2 ) In ordine alla cantierabilità La cantierabilità dell’intervento di costruzione del porto turistico “Marina di Pinetamare, era subordinata alla bonifica da ordigni esplosivi residuati bellici sulle aree previste per la realizzazione del porto e all’esecuzione del Piano di Caratterizzazione dei sedimenti dei fondali e degli arenili. La prima si è conclusa positivamente in data 30.11.2011 con l’emissione del verbale di constatazione n. 531da parte dell’Ispettorato delle Infrastrutture dell’ Esercito 10° Reparto Infrastrutture – Ufficio B.C.M. Il Piano di Caratterizzazione, dopo un lungo iter amministrativo e tecnico, si è concluso in data In data 09.12.2013 allorquando l’ARPA Dipartimento di Caserta ha rilasciato la validazione dei risultati di tutte le indagini ed analisi effettuate dal Concessionario Marina di Pinetamare srl. Allo stato, pertanto, si è in procinto di sottoscrivere il “verbale di consegna lavori”.