Cronaca Bianca

CASERTA, al Liceo Diaz una giornata dedicata alla raccolta differenziata

Ieri, mercoledì 15 gennaio presso il Liceo Diaz si è tenuto l'evento rivolto ai giovani sull'educazione al riciclaggio, in concomitanza con il Comune di Caserta e alla presenza


Ieri, mercoledì 15 gennaio presso il Liceo Diaz si è tenuto l'evento rivolto ai giovani sull'educazione al riciclaggio, in concomitanza con il Comune di Caserta e alla presenza del Sindaco Del Gaudio CASERTA - Ieri al Liceo Diaz, una Giornata dedicata alla Salute, in sinergia con Il Comune di Caserta per l’educazione al riciclaggio e con l’associazione Campus salute per la prevenzione dei disturbi alimentari. In virtù di un protocollo di intesa con il Sindaco del Gaudio, il preside Suppa ha organizzato, affiancato dalla docente Angela Ciaramella, un ciclo di incontri informativi per educare i giovanissimi ad un approccio responsabile alla problematica dei rifiuti domestici. Ecocar ed Erreplast sono le società di raccolta e riciclaggio che , stamane, hanno mostrato ai ragazzi come dal rifiuto differenziato si arriva alla produzione di oggetti come i pail e altri prodotti tessili  o come leghe utili alla costruzione di biciclette, anzi di ri-ciclette. “Questo percorso informativo e formativo- ha dichiarato il Dirigente Suppa- è rivolto agli alunni del biennio e va ad inserirsi in una trattazione delle tematiche connesse all’emergenza rifiuti che ci ha visto impegnati ,dall’inizio dell’anno, attivamente e a tutto campo a partire dalla conoscenza dei problemi e dall’individuazione delle responsabilità fino alle sinergie istituzionali volte alla risoluzione dell’emergenza” Mentre nell’Aula Magna si discuteva di riciclaggio con i rappresentanti delle aziende e il Sindaco del Gaudio che si è mostrato particolarmente soddisfatto della partecipazione delle scuole all’iniziativa promossa dal Comune, nell’aula Multimediale, le nutrizioniste del campus Salute illustravano ai ragazzi come giungere ad una condotta di vita che possa scongiurare   patologie come la bulimia o l’anoressia. A curare il modulo di Educazione alimentare è la docente Maria Arena da sempre impegnata per l’Educazione alla Salute. “Essere consapevoli significa operare scelte giuste, questi aspetti che possono sembrare lontani dall’apprendimento educano i nostri ragazzi ad approcciare la vita nel modo giusto. Importantissima è anche la sicurezza che è direttamente connessa alla prevenzione alimentare. La salute a 360 gradi è un argomento che ci vede impegnati in una prevenzione che si traduce anche nella tutela dell’integrità dei giovani. Un giovane consapevole, ad esempio, non fa uso di sostanze alcoliche o di altro  prima di mettersi al volante. Ecco perché tali aspetti dell’educazione non possono né devono essere tralasciati, la scuola deve farsi carico anche di questo.” Infatti è la prof Arena che ci spiega che il Modulo di Educazione alimentare si articola in tre lezioni con gli operatori del Campus medico, sull’alimentazione e sulla sicurezza stradale,   prevede,poi ,anche una visita didattica presso un’Aziensa Agroalimentare del territorio e si concluderà con un elaborato multimediale prodotto dagli alunni che parteciperanno al concorso indetto dalla stessa Associazione Campus Medico che fa capo al dott. Prof Rosario Cuomo del II Policlinico di Napoli. “Sono oramai alcuni anni che l’Educazione alla salute è per noi un appuntamento ineludibile- afferma il Dirigente Suppa- durante l’anno sono previste attività e incontri finalizzati all’educazione sessuale e all’informazione sulle dipendenze che svolgiamo in sinergia con gli esperti dell’ASL”