Cronaca Bianca

CAPITALE DELLA CULTURA 2019 - Ancora una (vana) speranza per Caserta

A quanto pare rimane ancora qualche speranza per Caserta nonostante sia già stata esclusa dalle città vincitrici. Il governo è interessato a tutti i progetti a prescindere dal


A quanto pare rimane ancora qualche speranza per Caserta nonostante sia già stata esclusa dalle città vincitrici. Il governo è interessato a tutti i progetti a prescindere dal vincitore   ROMA - Il governo e' interessato al progetto 'Programma Italia 2019' e presto promuovera' un incontro tra gli amministratori delle 20 citta' che hanno partecipato alla selezione per la Capitale della cultura europea 2019 e i ministri competenti. E' questo il risultato dell'incontro che si e' svolto oggi a Palazzo Chigi, tra i promotori del progetto e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Filippo Patroni Griffi, che avrebbe sottolineato l'interesse dell'esecutivo a non disperdere il patrimonio progettuale messo in campo dalle 20 citta', individuando strumenti e risorse per renderlo operativo. "Programma Italia 2019" e' stato illustrato stamattina a Montecitorio dalle vicepresidenti di Senato e Camera, Linda Lanzillotta e Marina Sereni, dal segretario generale del Cidac - Associazione delle citta' d'arte e cultura, Ledo Prati, e da diversi sindaci e assessori dei capoluoghi coinvolti. Il progetto ha come ambizioso obiettivo quello di valorizzare i progetti presentati dalle 20 citta' (le sei della short list selezionata lo scorso 15 novembre, tra le quali sara' scelta la vincitrice, che sono Siena, Cagliari, Lecce, Ravenna, Perugia-Assisi e Matera, e le 14 escluse: Aosta, Bergamo, Mantova, Venezia, Urbino, Pisa, Grosseto, L'Aquila, Lecce, Taranto, Caserta, Reggio Calabria, Palermo, Siracusa ed Erice) nei dossier di candidatura. A. A.