Cronaca Bianca

ESCLUSIVA MADDALONI, IL BUSINESS McDONALD'S. Il fitto di Carmine Rispo, una società di Roma e un misterioso signore di Milano. Ecco i retroscena

Un'operazione che va chiarita ancora in molti suoi aspetti MADDALONI -Come promesso l'altro giorno ecco la seconda parte del racconto  su chi sono coloro che hanno messo in pi


Un'operazione che va chiarita ancora in molti suoi aspetti MADDALONI -Come promesso l'altro giorno ecco la seconda parte del racconto  su chi sono coloro che hanno messo in piedi l'operazione McDonald's e area di servizio per carburanti nei pressi dell'ingresso della variante Anas. Nel primo articolo abbiamo sottolineato soprattutto il ruolo svolto dall'architetto maddalonese Riscigno, socio di Carmine Addesso, solido e recente passato di politico del centrosinistra di governo locale. Stavolta vi raccontiamo rapidamente gli atti amministrativi che sono alla base del desiderato business. Il terreno è di proprietà del maddalonese Carmine Rispo, che appartiene alla nota famiglia di proprietari immobiliari. Rispo, insieme Prom.Self con sede a Roma, amministratrice Maria Elena Gagliotti ha chiesto e ottenuto un permesso a costruire dal comune di Maddaloni. Rispo nella qualità di proprietario dell'area; la Gagliotti quale affittuario e dunque gestore di un distributore di carburanti che, però, stranamente è ancora fermo al palo, a differenza del McDonald's attiguo, insediamento piuttosto pesante e raro associato a un distributore di carburante non certo di grande dimensione. E a proposito di McDonald's, la cui edificazione è stata resa possibile  dall'utilizzo di una norma che consente la costruzione di strutture per la ristorazione e per la somministrazione di alimenti e bevande, a complemento di area di servizio per l'erogazione di carburanti, ma che è stata resa ancor più possibile dal fatto che al comune di Maddaloni non esiste un regolamento che determina dei limiti di dimensione a queste strutture, dicevamo, a proposito di McDonald's questo ha aperto grazie a una procura speciale che "McDonald's development Italia, attraverso Karl Fritz, ha dato a un altro signore di Milano, che di nome fa Marco Picione De Luca. Va da se che queste presenze romane e milanesi vadano verificate in profondità, perché, dalle nostre parti, sapete quante società romane, milanesi, modenesi, bolognesi, sono comparsi sulla scena all'improvviso e poi si è capito che avevano un cuore casertano? G.G.