Politica

AVERSA, parlanno i "dissidenti": "Pronti a votare quando si tratta del bene dei cittadini"

COMUICATO STAMPA - La nota dei sette consiglieri spiega il perché della loro presenza in aula, venerdì scorso, in occasione del consesso civico, e del voto per l'approvazion


COMUICATO STAMPA - La nota dei sette consiglieri spiega il perché della loro presenza in aula, venerdì scorso, in occasione del consesso civico, e del voto per l'approvazione del piano di zona dell'ambito c6 AVERSA - I consiglieri  Michele Galluccio, Orlando De Cristofaro, Augusto Bisceglie, Imma Lama, Luigi Della Valle , Gianpaolo Dello Vicario e Paolo Galluccio hanno dimostrato nell’ultimo consiglio comunale ancora una volta oltre ogni steccato di esserci e votare quando si discute  su temi importanti per la città. Infatti la loro presenza in aula e  il loro voto a favore ha fatto si, che  potessero essere approvato   il piano di zona dell’ambito c6 con le relative somme stanziate e i  regolamenti conseguenziali  . La mancata approvazione avrebbe comportato un commissariamento da parte della regione del consiglio  in quanto non più procrastinabili e un ritardo nell’erogazione dei servizi sociali ai cittadini. Vogliamo ricordare l’importanza dei servizi che compongono il piano di zona: assistenza scolastica disabili, servizio sociale professionale, segretariato sociale, contributi ex omni, centro diurno polifunzionale alla promozione dell’inclusione sociale , contribuzione sul pagamento per rette ai minori , servizio di sostegno alla genitorialità , centro polifunzionale per autistici, assistenza domiciliare disabili e anziani, contrasto alla povertà e servizio di mediazione culturale . Questo  dimostra che consiglieri che vogliano essere additati come minoranza , dissidenti eccc. sono  consiglieri  ,invece, che ogni volta che   devono e dovranno votare provvedimenti a favore dei cittadini ci sono e ci saranno sempre  a differenze di molti che hanno preferito non esserci o andare via . Cosi come nel promuovere iniziative e proposte sempre nell’interesse della città lo faremo e lo continueremo a fare cosi come e’ avvenuto al bilancio di previsione che solo perché erano  proposte dai sottoscritti non furono approvati gli emendamenti  per poi vedersi pian piano nel tempo prese in considerazione o approvate in altro modo . Inoltre i consiglieri Michele Galluccio, Augusto Bisceglie e Paolo Galluccio componenti e presidente della commissione politiche sociali  hanno dimostrato con i fatti ,che  approvando tali atti,  la non sussistenza  dell’importanza  di modificare i regolamento del consiglio comunale  per rieleggere i membri delle commissioni permanenti consiliari, in quanto sia le passate amministrazioni che in questo anno e mezzo ogni commissione e propri membri non hanno mai creato nessun problema al lavoro di preparazione e proposte per i lavori del consiglio comunale dimostrando che e’ veramente solo un falso problema . A tutto questo Sindaco pensiamo che una riflessione sulla sua maggioranza che dice di sostenerla  su argomenti di cosi forte importanza la dovrà fare e la considerazione che tutti hanno che senza maggioranza l’unico strumento per poter far capire che le poltrone non sono importanti sono le dimissioni.