Politica

ESCLUSIVA MONDRAGONE - Bufera Engeneering Tributi-Mail Express, tra parentopoli, condoni edilizi, Tares e affidamenti diretti. Le minoranze chiedono l'annullamento della convenzione in tre interrogazioni

In calce all'articolo il contenuto delle interpellanze presentate dagli otto consiglieri di minoranza. Sarà guerra nella pubblica Assise MONDRAGONE  - Tutta la vicenda Engeen


In calce all'articolo il contenuto delle interpellanze presentate dagli otto consiglieri di minoranza. Sarà guerra nella pubblica Assise MONDRAGONE  - Tutta la vicenda Engeenering Tributi ha contraddistinto una corposa analisi di Casertace durante tutto l'anno appena trascorso. La Enegeenering Tributi, ripetiamo è il gruppo che non solo per convenzione stipulata gestisce il servizio di imbustamento e spedizione degli avvisi di pagamento della Tarsu-Tares, ma alla quale è stata affidata con determina 620 del 03.06.2012 anche la valutazione di 50 pratiche di condono per gli stabilimenti balneari al costo di 8200 euro circa totali, tenendo conto del fatto che in una seconda fase dovranno essere vagliate ben 2445 pratiche per manufatti da condonare. Proprio ieri, l'opposizione ha presentato 3 interpellanze consiliari, mediante le quali si interroga l'amministrazione comunale proprio sull'articolato labirinto di convenzioni, determine e dispositivi di affidamento, che riguardano questo gruppo societario subentrato al Consorzio Gestin senza che si percorresse una selezione pubblica, con indagine di mercato. (CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO N.1) ; (CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO N.2) ; (CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO N.3) ; (CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO N.4) Le interrogazioni le potrete leggere in calce al nostro articolo, nel contempo a margine di un'analisi approfondita degli otto consiglieri di opposizione, Giuseppe Piazza, Carmine Del Prete, Luigi Beatrice, Agostino Napolitano, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Fabio Gallo, Michele Conte, è stato chiesto all'esecutivo del ribaltone di chiarire alcuni punti: Il primo è quello che vede la subentrante Mail Express gestire un servizio affidato alla Engeneering Tributi per la spedizione delle cartelle Tares - "come mai si è affidato alla Mail Express un servizio già affidato (e mai revocato almeno per quanto conosciuto dalle minoranze) alla Engeneering Tributi Spa e cioè (vedi art. 2 del contratto in essere) la spedizione degli avvisi di pagamento Tares; 2) quanto sin qui l’impegno di spesa complessivo e quanto il liquidato complessivo e quali e quanti gli affidamenti dal 2012 ad oggi in favore della Mail Express. Il secondo punto analizzato e proposto nell'interrogazione delle minoranze è quello pertinente la questione dei condoni edilizi come già scritto sopra. In tale frangente l'opposizione vuole comprendere se il costo stabilito per le 50 pratiche di condono edilizio presentate dai lidi sarà in linea di massima applicato anche alle 2445 richieste ancora da valutare. In tale caso l'ammontare dell'affidamento supererebbe le 400.000 euro secondo alcune stime effettuate. Se così fosse le minoranze segnalano una palese violazione dei limiti massimi per l’affidamento diretto. Di fronte ai dubbi e alle perplessità dei consiglieri di opposizione è stato chiesto di revocare o annullare l'affidamento con l'Engeneering e di valutare se attraverso la pianta organica del Comune non si possa risparmiare sul servizio offerto dalla stessa società in cui lavorano anche parenti di alcuni consiglieri comunali di maggioranza della cittadina litoranea, come è stato già acclarato a suo tempo. Massimiliano Ive    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLE INTERROGAZIONI CONSILIARI   Al Sig. Sindaco del Comune di Mondragone Dott. Giovanni Schiappa All’Assessore alle politiche finanziarie del Comune di Mondragone Dott. Valerio Corvino Al Presidente del C.C. del Comune di Mondragone Sig. Pasquale Marquez Loro sedi Oggetto: Engeenering Tributi – Mail Express Noi sottoscritti Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Agostino Napolitano, Giuseppe Piazza, consiglieri comunali del Comune di Mondragone, CONSIDERATO CHE • l’art. 2 del contratto in essere con la Engennering (contratto in ogni caso illegittimo in quanto affidatario di un servizio pubblico senza appalto ed in palese violazione del citato art 118 L. 163/2006) obbliga la Engeneering Tributi “ alla stampa, imbustamento ed INVIO degli avvisi di pagamento • che in questi giorni gli avvisi di pagamento TARES vengono recapitati ai contribuenti non già dalla Engeneering Tributi Spa (come da contratto) quanto TUTTO CIO’ PREMESSO INTERROGANO Il Signor Sindaco e l’Assessore delegato per sapere: • in cosa si sostanza il rapporto tra Comune e Mail Express ed in particolare per effetto di quali forme di affidamento esso si è prodotto, quali impegni di spesa e quali costi (sia per singolo affidamento che totali) ha sin qui determinato e a quale ambito oggettivo si riferisce l’affidamento; • che tipo di indagini di mercato sono state effettuate per stabilire la convenienza dei costi prospettati dalla Mail Express rispetto a quelli praticati da altri • come mai si è affidato alla Mail Express un servizio già affidato (e mai revocato almeno per quanto conosciuto dalle minoranze) alla Engeneering Tributi Spa e cioè (vedi art. 2 del contratto in essere) la spedizione degli • quanto sin qui l’impegno di spesa complessivo e quanto il liquidato complessivo e quali e quanti gli affidamenti dal 2012 ad oggi in favore Si sottolinea l’urgenza della presente interrogazione e si chiede risposta anche scritta al primo Consiglio Comunale utile con la contestuale iscrizione del punto Trattasi di questione urgente attraverso la quale si intende esercitare il doveroso controllo di legalità (cui sono preposti tutti i consiglieri comunali) dell’attività di cui Mondragone, 04.01.2014 Distinti Saluti I Consiglieri Comunali Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Agostino Napolitano, Giuseppe Piazza Al Sig. Sindaco del Comune di Mondragone Dott. Giovanni Schiappa All’Assessore alle politiche finanziarie del Comune di Mondragone Dott. Valerio Corvino Al Presidente del C.C. del Comune di Mondragone Sig. Pasquale Marquez Loro sedi Oggetto: Engeenering Tributi – Condoni Noi sottoscritti Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Agostino Napolitano, Giuseppe Piazza, consiglieri comunali del Comune di Mondragone, CONSIDERATO CHE • con determina n. 620 del 03.06.2012 si è affidata alla Engennering Tributi Spa la valutazione di tutte le pratiche di condono essendosi stabilito che essa venga articolata in due fasi: in una prima fase la valutazione delle 50 pratiche relative agli stabilimenti balneari ed una seconda fase in cui saranno valutate tutte le rimanenti 2445 istanza di condono; • nella determina in oggetto, risulta quantificato in euro 8200 oltre IVA il prezzo per la valutazione delle sole 50 pratiche di condono per gli stabilimenti • che la determina sopra richiamata sancisce l’affidamento alla Engeenering Tributi Spa della valutazione di tutte le 2495 pratiche di condono pendenti di talchè tenendo conto che il costo di 8200 euro otre Iva stabilito è relativo a sole 50 pratiche, in proiezione è facile quantificare il costo finale della valutazione di tutte le pratiche per una somma prossima ai 400 mila euro e dunque in palese VIOLAZIONE dei limiti massimi per l’affidamento diretto; • le APPARENTI ragioni di URGENZA nella valutazione delle pratiche di condono degli stabilimenti balneari erano già note al Sindaco e alla giunta dalla scorsa estate per le note vicende giudiziarie in corso volte all’accertamento della regolarità degli insediamenti balneari; • la GESTIN nel dicembre del 2012 cedeva (PERALTRO IN PALESE VIOLAZIONE DELL’ART 118 L. 163/2006) alla Engeenering Tributi Spa il contratto (stipulato tra Gestin e Comune di Mondragone in data 24.02.2012) avente ad oggetto funzioni tributarie che nulla hanno a che vedere con la materia dei condoni urbanistici (oggetto della determina n. 620 del 03.06.12); TUTTO CIO’ PREMESSO INTERROGANO Il Signor Sindaco e l’Assessore delegato per sapere: • quale sino ad oggi è stato l’impegno di spesa e quanto il liquidato in favore di Engeneering Tributi Spa per effetto degli indebiti affidamenti prodotti dalla determina n. 620 del 03.06.2012 e soprattutto quante le pratiche di condono esaminate e quali gli ambiti di giudizio delle Engeneering; • come mai non si è ritenuto di far provvedere in merito alle pratiche di condono richiamate dalla determina 620 il personale della pianta organica comunale (con conseguente risparmio per le casse dell’Ente); • quante le pratiche di condono (richiamate nella determina 620) sin ad oggi utilmente definite e perfezionate; • come mai nella determina 620 nonostante si sia disposto l’affidamento alla Engeenering della valutazione di tutte le pratiche di condono , risulta essere stato disposto impegno di spesa solo per euro 8200 IVA e non per il costo complessivo dell’affidamento che, lo si ripete (come emerge dalla lettera della determina), è relativo a TUTTE le 2495 pratiche di condono pendenti, sebbene la relativa valutazione risulta essere programmata in due fasi distinte; • se i contenuti e le denunciate criticià della determina in commento possono esporre l’Ente a rivalse economiche da parte della Engeenering Tributi Spa (laddove, ad esempio, non si desse luogo alla seconda fase di valutazione delle rimanenti 2445 pratiche pendenti) ovvero della Corte dei Conti (per i costi che potevano essere risparmiati utilizzando il personale in pianta organica); • perché non si è subordinata (come da prassi relativa ai rapporti con il personale tecnico in pianta organica) la corresponsione del costo dell’affidamento imponendo quale precondizione l’utile e completa definizione della singola Si sottolinea l’urgenza della presente interrogazione e si chiede risposta anche scritta al primo Consiglio Comunale utile con la contestuale iscrizione del punto Trattasi di questione urgente attraverso la quale si intende esercitare il doveroso controllo di legalità (cui sono preposti tutti i consiglieri comunali) dell’attività di cui Mondragone, 04.01.2014 Distinti Saluti I Consiglieri Comunali Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Agostino Napolitano, Giuseppe Piazza Al Sig. Sindaco del Comune di Mondragone Dott. Giovanni Schiappa All’Assessore alle politiche finanziarie del Comune di Mondragone Dott. Valerio Corvino Al Presidente del C.C. del Comune di Mondragone Sig. Pasquale Marquez Loro sedi Oggetto: Engeenering Tributi – nullità ex art 118 l. 163/2006 Noi sottoscritti Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Agostino Napolitano, Giuseppe Piazza, consiglieri comunali del Comune di Mondragone, CONSIDERATO CHE • Con determina del 04.12.2012 il Capo Ripartizione Ufficio Tributi prendeva atto della cessione del contratto tra Gestin ed Engeneering Tributi Spa, cessione comunicata dalla Gestin con nota protocollo n. 102/ 12 del 30.11.2012 indirizzata, tra gli altri, al Sindaco e all’Assessore al • successivamente, la Engeneering Tributi Spa di fatto subentrava a tutti gli effetti alla Gestin nella svolgimento delle mansioni oggetto della convenzione che legava originariamente la Gestin al comune di • non è stata rinvenuta in atti copia dell’atto formale attraverso cui la Gestin avrebbe regolato ovvero trasferito alla Engeenering Tributi Spa (come comunicato con la sopra indicata nota prot. 102/12 del 30.11.2012) l’ambito oggettivo e contrattuale oggetto della convenzione n. 5348 sottoscritta in data 24.02.2010; • non è stata rinvenuta in atti copia della convenzione tra Comune di Mondragone e Engeenering Tributi Spa, convenzione sostitutiva e surrogatoria, di fatto, del medesimo oggetto e dei medesimi contenuti della convenzione già in essere con la Gestin; • la Engeenering Tributi Spa, come risulta dalla nota protocollo 102/12 del 30.11.2013 risulta essere stata, di fatto, individuata dalla Gestin quale ditta che alla Gestin medesima si sarebbe sostituita nello stesso ambito oggettivo disciplinato dalla convenzione in essere con il comune di Mondragone; • il Comune di Mondragone, dunque anziché selezionare, in modo autonomo, con rituali procedure comparative (necessarie per avere la certezza della vantaggiosità economica e di efficienza del servizio da riaffidare) il soggetto che avrebbe sostituito la Gestin si è limitato a PRENDERE ATTO di una selezione operata dalla Gestin medesima; • il Sindaco e l’Assessore al Ramo sono stati notiziati ritualmente dei sopra riassunti profili di nullità ex art 118 L. 163 del 2005 da ultimo con interrogazione consiliare del 15.06.2013 acquisita al protocollo del’Ente comunale con n. 18131 del 18.06.2013; TUTTO CIO’ PREMESSO INTERROGANO Il Signor Sindaco e l’Assessore delegato per sapere: • come mai (nonostante la chiarezza del’art. 118 della L. 163/2006 : “I soggetti affidatari dei contratti di cui al presente codice sono tenuti ad eseguire in proprio le opere o i lavori, i servizi, le forniture compresi nel contratto. Il contratto non può essere ceduto, a pena di nullità, salvo quanto previsto nell'articolo 116.” e del richiamato art 116: “ Le cessioni di azienda e gli atti di trasformazione, fusione e scissione relativi ai soggetti esecutori di contratti pubblici non hanno singolarmente effetto nei confronti di ciascuna stazione appaltante fino a che il cessionario, ovvero il soggetto risultante dall'avvenuta trasformazione, fusione o scissione, non abbia proceduto nei confronti di essa alle comunicazioni previste dall'articolo 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 maggio 1991, n. 187, e non abbia documentato il possesso dei requisiti di qualificazione previsti dal presente codice..” ) ci si è determinati a sottoscrivere e ratificare una cessione contrattuale NULLA e cioè la cessione del contratto tra Gestin e Engeneering • quale forma di VIGILANZA ha esercitato il Sindaco (già notiziato molti mesi fa dalle minoranze) sulla già stigmatizzata nullità ex art 118 L. 163/2006 tanto più se si considera che il pregresso rapporto di partenrship tra Engeneering e Gstin non rientrava nelle ipotesi (TASSATIVE e cioè: cessione di azienda, trasformazione, scissione e fusione relativamente ai soggetti esecutori di contratti pubblici) che consentono la cessione del contratto pubblico (in concreto Engenneering era un fornitore esterno di Gestin. Null’altro!) successivamente alla interrogazione consiliare del 15.06.2013 acquisita al protocollo del’Ente comunale con n. 18131 del 18.06.2013; • con quale forma contrattuale la Gestin ha trasferito alla Engeenering l’ambito oggettivo della convenzione in essere con il Comune di Mondragone ed in che data e attraverso quali forme il comune di Mondragone ne è venuto a conoscenza; • perché mai il Comune di Mondragone ha sottoscritto la nuova convenzione con la Engeenering Tributi Spa senza aver preliminarmente verificato il rispetto degli artt. 116 e 118 della l. 163/2006 verifica per la quale era necessaria la preventiva acquisizione del contratto richiamato nella nota protocollo n. 102/12 del 30.11.2012 indirizzata, tra gli altri, al Sindaco e all’Assessore al Ramo; • perché anziché recepire acriticamente l’individuazione del nuovo affidatario del servizio nel soggetto giuridico Engeenering Tributi Spa, per come individuato dalla Gestin, non si è, invece, provveduto ad effettuare, in modo autonomo, una procedura selettiva con annessa indagine di • Con quali criteri sono stati assunti i dipendenti della Engeneering Tributi Spa in servizio presso il Comune di Mondragone; quali sono i rispettivi Si sottolinea l’urgenza della presente interrogazione e si chiede risposta anche scritta al primo Consiglio Comunale utile con la contestuale iscrizione del punto Trattasi di questione urgente attraverso la quale si intende esercitare il doveroso controllo di legalità (cui sono preposti tutti i consiglieri comunali) dell’attività di cui Mondragone, 04.01.2014 Distinti Saluti I Consiglieri Comunali Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Agostino Napolitano, Giuseppe Piazza Al Sig. Sindaco del Comune di Mondragone Dott. Giovanni Schiappa All’Assessore alle politiche finanziarie del Comune di Mondragone Dott. Valerio Corvino Al Presidente del C.C. del Comune di Mondragone Sig. Pasquale Marquez Loro sedi Oggetto: Mozione Consiliare ai sensi dell’art. 5 comma 5 del regolamento del consiglio comunale e dell’art. 37 comma 2 let. B) dello Statuto comunale, da tenersi entro 20 giorni dal deposito della presente. Noi sottoscritti Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Agostino Napolitano, Giuseppe Piazza, consiglieri comunali del Comune di Mondragone, CONSIDERATO CHE • Con determina del 04.12.2012 il Capo Ripartizione Ufficio Tributi prendeva atto della cessione del contratto tra Gestin ed Engeneering Tributi Spa, cessione comunicata dalla Gestin con nota protocollo n. 102/ 12 del 30.11.2012 indirizzata, tra gli altri, al Sindaco e all’Assessore al • successivamente, la Engeneering Tributi Spa di fatto subentrava a tutti gli effetti alla Gestin nella svolgimento delle mansioni oggetto della convenzione che legava originariamente la Gestin al comune di • non è stata rinvenuta in atti copia dell’atto formale attraverso cui la Gestin avrebbe regolato ovvero trasferito alla Engeenering Tributi Spa (come comunicato con la sopra indicata nota prot. 102/12 del 30.11.2012) l’ambito oggettivo e contrattuale oggetto della convenzione n. 5348 sottoscritta in data 24.02.2010; • non è stata rinvenuta in atti copia della convenzione tra Comune di Mondragone e Engeenering Tributi Spa, convenzione sostitutiva e surrogatoria, di fatto, del medesimo oggetto e dei medesimi contenuti della convenzione già in essere con la Gestin; • la Engeenering Tributi Spa, come risulta dalla nota protocollo 102/12 del 30.11.2013 risulta essere stata, di fatto, individuata dalla Gestin quale ditta che alla Gestin medesima si sarebbe sostituita nello stesso ambito oggettivo disciplinato dalla convenzione in essere con il comune di Mondragone; • il Comune di Mondragone, dunque anziché selezionare, in modo autonomo, con rituali procedure comparative (necessarie per avere la certezza della vantaggiosità economica e di efficienza del servizio da riaffidare) il soggetto che avrebbe sostituito la Gestin si è limitato a PRENDERE ATTO di una selezione operata dalla Gestin medesima; • il Sindaco e l’Assessore al Ramo sono stati notiziati ritualmente dei sopra riassunti profili di nullità ex art 118 L. 163 del 2005 da ultimo con interrogazione consiliare del 15.06.2013 acquisita al protocollo del’Ente comunale con n. 18131 del 18.06.2013; • con determina n. 620 del 03.06.2012 si è affidata alla Engennering Tributi Spa la valutazione di tutte le pratiche di condono essendosi stabilito che essa venga articolata in due fasi: in una prima fase la valutazione delle 50 pratiche relative agli stabilimenti balneari ed una seconda fase in cui saranno valutate tutte le rimanenti 2445 istanza di condono; • nella determina in oggetto, risulta quantificato in euro 8200 oltre IVA il prezzo per la valutazione delle sole 50 pratiche di condono per gli stabilimenti • la determina sopra richiamata sancisce l’affidamento alla Engeenering Tributi Spa della valutazione di tutte le 2495 pratiche di condono pendenti di talchè tenendo conto che il costo di 8200 euro otre Iva stabilito è relativo a sole 50 pratiche, in proiezione è facile quantificare il costo finale della valutazione di tutte le pratiche per una somma prossima ai 400 mila euro e dunque in palese VIOLAZIONE dei limiti massimi per l’affidamento diretto; • le APPARENTI ragioni di URGENZA nella valutazione delle pratiche di condono degli stabilimenti balneari erano già note al Sindaco e alla giunta dalla scorsa estate per le note vicende giudiziarie in corso volte all’accertamento della regolarità degli insediamenti balneari; • nella determina 620 nonostante si è disposto l’affidamento alla Engeenering della valutazione di tutte le pratiche di condono, anche se risulta essere stato disposto impegno di spesa solo per euro 8200 IVA e non per il costo complessivo dell’affidamento che, lo si ripete (come emerge dalla lettera della determina), è relativo a TUTTE le 2495 pratiche di condono pendenti, sebbene la relativa valutazione risulta essere programmata in due fasi distinte; • i contenuti e le denunciate criticià della determina in commento possono esporre l’Ente a rivalse economiche da parte della Engeenering Tributi Spa (laddove, ad esempio, non si desse luogo alla seconda fase di valutazione delle rimanenti 2445 pratiche pendenti) ovvero della Corte dei Conti (per i costi che potevano essere risparmiati utilizzando il personale in pianta organica); • non si è subordinata (come da prassi relativa ai rapporti con il personale tecnico in pianta organica) la corresponsione del costo dell’affidamento imponendo quale precondizione l’utile e completa definizione della singola • l’art. 2 del contratto in essere con la Engennering (contratto in ogni caso illegittimo in quanto affidatario di un servizio pubblico senza appalto ed in palese violazione del citato art 118 L. 163/2006) obbliga la Engeneering Tributi “ alla stampa, imbustamento ed INVIO degli avvisi di pagamento • che in questi giorni gli avvisi di pagamento TARES vengono recapitati ai contribuenti non già dalla Engeneering Tributi Spa (come da contratto) quanto piuttosto dalla Mail Express con conseguente danno erariale per l’Ente • risultano “poco chiari” i criteri di reclutamento del personale dipendente utilizzato dalla Engeenering Tributi presso il Comune di Mondragone ed il elativo costo può tradursi in un danno erariale avendo l’Ente in pianta organica personale competente e sufficiente all’espletamento delle medesime mansioni TUTTO CIO’ PREMESSO PROPONGONO Al consiglio Comunale di dare mandato al Sindaco e Assessore al Ramo di predisporre tutte le iinziative necessarie a REVOCARE/ANNULARE: • la determina n. 88 del 04.12.2012; • la convenzione in essere con la Engeneering Tributi Spa; • la determina n. 620 del 03.06.2012; • le determine con le quali si è affidato il servizio alla Mail Express. Considerato che le questioni oggetto della presente mozione attengono al controllo di LEGALITA’ si chiede di iscrivere la presente mozione all’ordine del giorno del consiglio comunale che si chiede venga riunito entro e non oltre 20 giorni dalla ricezione della presente così come predisposto dall’art. 5 comma 5 del regolamento del consiglio comunale e dell’art, 37 comma 2 lett. B) dello Statuto Comunale Mondragone, 04.01.2014 Distinti Saluti I Consiglieri Comunali Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Alessandro Pagliaro, Agostino Napolitano, Giuseppe Piazza