Sport

CASERTANA - L'ANALISI: Contro il Poggibonsi due punti persi.. e non solo per colpa dell'arbitro

Un'analisi sul pareggio a reti bianche tra Casertana e Poggibonsi La Casertana di Guido Ugolotti, come è ormai ben noto, ha iniziato l'anno con un pareggio, in casa, contro il


Un'analisi sul pareggio a reti bianche tra Casertana e Poggibonsi La Casertana di Guido Ugolotti, come è ormai ben noto, ha iniziato l'anno con un pareggio, in casa, contro il Poggibonsi. Uno 0-0 che all'apparenza potrebbe raccontare poco o nulla ma che, invece, se guardato nella giusta prospettiva lascia spazio ad una analisi che poi, tutto sommato, si può racchiudere proprio nel risultato stesso. Nello zero a zero. E' vero che l'arbitro dell'incontro, il Signor Riccardo Baldicchi di Città di Castello, ha negato almeno due rigori solari ed annullato un gol alla Casertana. E' sicuramente vero che il fischietto umbro ha condizionato la gara, con una direzione quantomeno strana, basti pensare alla distribuzione, praticamente a senso unica, dei cartellini. Ma lo 0-0 dell'Alberto Pinto, nasconde altro. Perchè a mente fredda, e numeri alla mano, viene facile leggere che nelle ultime nove partite, la Casertana, a fronte dei soli quattro gol subiti, ha gonfiato appena sette volte la rete avversaria. Una media che non garantisce, nella maniera più assoluta, la conquista dei tre punti ma che, anzi, ci fa rendere conto di quanto il pareggio contro la compagine toscana non sia esclusivamente frutto di un arbitraggio scellerato. Siamo stati i primi a dire, ad inizio campionato, quando la piazza fremeva per il colpo Alain Baclet, che ai Falchetti sarebbe mancata incisività sotto porta. E c'è poco da fare. Il calcio è un qualcosa di molto più semplice di quello che vogliamo farlo sembrare. Se non si segna, non si vince. Se non hai attaccanti che hanno quell'istinto killer nel sangue, nella testa e nei piedi: le partite, anche se dominate, possono portare appena un punto. Anche perchè non sempre c'è Mancino a risolvertele. Ed è un peccato. Soprattutto a fronte dell'imponente molte di gioco che costruisce la Casertana, che ha trovato una ottima identità. E' stato incredibile il numero delle palle gol non sfruttate nel primo tempo della sfida contro il Poggibonsi. Non c'era Baclet, direte voi. Magari avete ragione, e non stiamo neanche a dire che mancava un attaccante da ben 2 gol in stagione, ma riproponiamo il discorso di qualche tempo fa: in rosa, la Casertana, non ha mai avuto una prima punta di razza e di categoria. L'attaccante parigino è sempre stato una seconda punta, un'ottima seconda punta, ma qui stiamo parlando di altro. Ugolotti lo merita, questi ragazzi lo meritano. La piazza lo merita. Il mercato è aperto. Al presidente piacciono i serpenti. Ai tifosi piacciono i gol, perchè sono quelli che ti permettono di disputare dei grandi campionati. Dunque, fate in fretta.. ma portate una prima punta a Caserta. E' urgente. Raffaele Cozzolino