Cronaca Bianca

E' di MACERATA Campania il nuovo questore di Brindisi

Ha incontrato i giornalisti, oggi, martedì 7 gennaio, il nuovo questore di Brindisi. Roberto Gentile è campano Si e' insediato oggi e ha incontrato i giornalisti, dopo un bri


Ha incontrato i giornalisti, oggi, martedì 7 gennaio, il nuovo questore di Brindisi. Roberto Gentile è campano Si e' insediato oggi e ha incontrato i giornalisti, dopo un briefing con funzionari, prefetto e sindacati il nuovo questore di Brindisi. Si tratta di Roberto Gentile, che proviene dalla Campania e succede a Giuseppe Cucchiara. Gentile, dopo aver illustrato brevemente il suo curriculum, ha risposto alle domande della stampa soffermandosi in particolare sulle emergenze determinate dall'azione della criminalita' che ha alzato il tiro con furti e rapine in danni di attivita' commerciali. "Credo sia molto importante il controllo del territorio, purche' sia costante - ha detto - e non estemporaneo, oltre alla sinergia con le altre forze dell'ordine e alla collaborazione dei cittadini, pur dovendo raffrontare una carenza di personale cui al momento non e' possibile ovviare". Gentile e' nato in provincia di Caserta e nel 1981 viene inviato in missione presso la Questura di Potenza per le esigenze connesse al terremoto della Basilicata e successivamente nel 1982 viene trasferito in quella sede. Nel 1984 passa al Commissariato di P.S. di Sessa Aurunca e nel 1987 alla Questura di Caserta, ove ricopre più incarichi quali vice dirigente della Squadra Mobile,vice dirigente della Divisione Anticrimine e responsabile dell’Ufficio misure di prevenzione ed accertamenti patrimoniali e Dirigente della Digos. Nel 1990 e' stato commissario straordinario a Casapesenna, prima di spostarsi al nord dove ha rivestito diversi incarichi di vertice per la Polizia. "Coniugando un lavoro di intelligence con la presenza sul territorio, - ha sottolineato - credo si possano raggiungere buoni risultati in tempi anche brevi". Il questore ha poi parlato della presenza di stranieri: "Dai dati non mi sembra superiore a quella di altri territori, nonostante la presenza del porto" e della criminalita' organizzata: "Conosco bene quella campana, dovro' raffrontarmi anche con quella pugliese". Quanto alla prima impressione della realta' brindisina, in relazione al numero di reati: "Mi sembra in linea con i dati delle altre province pugliesi" ha spiegato. Ha infine rivelato di essere "particolarmente felice di ritrovarsi al Sud a lavorare, in un contesto molto simile a quello in cui sono nato".